In questo articolo vediamo come costruire un guardaroba capsula primaverile, di soli 20 pezzi, partendo da una tavolozza di colori. Non si tratta della composizione di un intero guardaroba ma solo di creare una struttura di pochi capi che sia  funzionante e organizzata per affrontare una intera stagione.

Questo è uno dei  metodi di styling che utilizzo con i miei clienti quando devono riorganizzare o ricreare la struttura stagionale del loro guardaroba, nel qual caso parto da una base, magari minima, ma già fornita, invece in questo esempio facciamo finta di partire da zero

L’idea è quella di avere una composizione del guardaroba  che copra tutto il periodo primaverile con pochi capi versatili ed intercambiabili, leggeri, pratici che diano la possibilità di vestire anche con più strati, inserendo del colore per evitare outfit monotoni ma cercando di creare comunque un tema generale ben amalgamato.

Quando  il capsula e’ costituito solo da una manciata di capi, per ottimizzare,  non si deve fare l’errore di inserire  molti colori diversi, nel tentativo di creare varietà, perche’ alla fine si ci ritroverebbe  con dei capi che non si possono abbinare l’uno con l’altro, ma nemmeno cadere nella monocromia o del tutto neutri per evitare outfit monotoni. E’ bene avere uno schema generale preciso ed inserire un colore (anche in sfumature diverse) che armonizzi con il vostro incarnato e con il resto dei capi

In questo esempio, data la stagione di riferimento, ho scelto dei colori pastello, cioè colori molto più tenui che sono adatti alla Primavera  ed una base neutra di grigio e blu ( in tonalità più chiare di quelle invernali ) per supportare bene i toni più accesi.

palette

Chiaramente, nel caso di un intero guardaroba capsula, la pianificazione prevederebbe l’inserimento di più colori accento, in questo caso pero’ trattandosi di pochi capi ne ho utilizzato solo uno, giocando però su sfumature diverse dei neutri per dare ulteriore varietà.

Volevo ottenere pero’ la possibilità di creare un po’ di contrasto, per rendere gli outfit più interessanti, per cui mi sono basata sui colori complementari della ruota del colore.

Nota: I Colori Complementari sono quelli che si trovano uno di fronte all’altro sulla ruota del colore, e producono un contrasto netto ma in maniera armonica come puoi vedere nell’immagine

colori compplementari

Avendo scelto una base di colore blu chiaro vediamo dalla ruota che, per creare contrasto, possiamo scegliere sfumature d’arancio, dal più chiaro al più scuro, dal più acceso al più spento.

Come accento di colore, quindi ho scelto un tono salmone per maglietta polo e per la camicia a quadretti Vichy, e ho riservato le sfumature più scure per le scarpe (il marrone e’ una sfumatura scura dell’arancio).

Nota: Ho scelto il colore salmone che è una sfumatura chiara dell’arancio  ma avrei potuto anche scegliere un arancio più acceso, pero’ il ragionamento è stato quello di creare comunque outfit, delicati e non troppo violenti, riservando quindi le sfumature più vivaci dell’arancio a piccoli accessori evitando i capi che  coprono una più vasta parte del corpo, considerando che potrebbero essere utilizzati anche per il lavoro. Ognuno però può fare il ragionamento che più rispecchia la sua personalità o ciò che vuole esprimere.

Gli outfit di esempio che ho composto, idealmente, dovrebbero essere adatti a qualcuno che lavori in aziende non formali o in uffici dinamici e creativi o che svolga l’attività come freelance ecc.

Il tema quindi e’ casual ma piuttosto versatile in modo da coprire le possibili attività che possono andare dagli incontri con clienti all’uscita del sabato sera o la passeggiata nel week end.

Per ottenere questo, come vedrete, non ho utilizzato capi agli estremi della scala della formalità, ma tutti si possono collocare in posizione centrale, ne’ troppo casual ne’ troppo formale.

Le camicie pur mantenendo la struttura della camicia formale sono colorate ed hanno motivi evidenti, i pantaloni hanno una linea pulita e i colori sono classici, i jeans sono scuri e quindi più eleganti, la giacca doppio petto è in cotone e quindi diventa automaticamente una giacca informale abbattendo la sua natura formale,  le magliette sono delle polo, casual si, ma più eleganti delle t-shirt.

In aggiunta ho inserito delle scarpe da ginnastica in pelle (non in tela)  bianca, per un tocco maggiormente casual  ed un paio di jeans più chiaro che, puo’ comunque essere indossato con una giacca in cotone ed un mocassino avendo un taglio non rilassato.

Anche le scarpe non sono  troppo formali, infatti non vi sono scarpe stringate da abito ma solo mocassini  in suede nettamente più sportivi da indossare anche senza calze e un paio di monk (scarpe con fibbietta in pelle) che sono meno formali delle stringate classiche e un po’ piu’ eleganti del mocassino, per cui giocano un bel ruolo qualora si  volesse innalzare la formalità dell’outfit, pur mantengo una certa rilassatezza.

Con una struttura come questa sarete in grado di coprire  qualsiasi attività nel corso della giornata, personalizzando il look anche con una manciata di accessori.

Guardaroba Capsula Primaverile Esempi

Ecco l’esempio della composizione. Si tratta di solo 20 pezzi con i quali si possono creare una infinità di outfit differenti, come potrete vedere più sotto,  essendomi basata sul metodo intercambiabile

Di seguito ho scomposto il nostro guardaroba capsula primaverile per creare 16 di outfits diversi (in realtà ne potrai comporre molti di più dal momento che non ho utilizzato tutti i capi dei 20 presenti! Per ulteriori info guarda questo  video e questo video)

 

 

 

 

 

 

About Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi comunicando il giusto messaggio, con il loro abbigliamento dal 2010. Quotidianamente interagisce con i membri del LAB con consulenze personalizzate per farli apparire al meglio giorno per giorno tutti i giorni
83 Condivisioni