SPAZIO CAFFÈ

Si tratta di un invio mail. di solito al venerdì  nel quale trattiamo un argomento, non presente sul blog, in maniera colloquiale allo scopo di farvi conoscere o riflettere su alcune cose che possono aumentare di molto la vostra conoscenza sullo stile maschile, ma in modo leggero. Questo spazio attualmente funziona nella Style Community e per il momento non è in previsione essere riaperto per gli iscritti alla mailing list 

ISCRIVITI AL STYLE CIRCLE GROUP GRATIS ED ACCEDI

ALLA STYLE COMMUNITY

OUTFIT DEL VENERDÌ NR 4/ 2015

Buongiorno e buon venerdì da Simonetta di camiciaecravatta.com

L’outfit della settimana scorsa vi ha lasciato dubbiosi?

 
So benissimo che si trattava di qualcosa di molto particolare e che avrebbe potuto sembrare di difficile attuazione, ma quello che dovete fare voi, come dico sempre, è lasciare andare la fantasia e prendere idee su idee per comporre i vostri personali outfit.  Per questo cerco di mostrarvi anche abbinamenti insoliti per solleticare e definire il vostro gusto 
 
Il mio scopo è quello di farvi fare l’occhio, come si suol dire, ma è importantissimo pero’ che leggiate anche i dettagli di ognuno (sennò che scrivo a fare? 🙂 ) perchè ogni singolo pezzo non è scelto a caso, ma inserito in un contesto che forma il tutto. Come in un puzzle. 
 
Se leggete ed osservate, imparerete a creare velocemente in autonomia moltissimi outfit dove far venir fuori la vostra personalità e quindi il vostro stile personale.

Oggi torniamo alla normalità (o quasi).

Prima di tutto voglio ricordarvi che se le immagini non vengono visualizzate nella mail vuol dire che le devi sbloccare (di solito con il tasto destro pero’ dipende anche dal client di posta che usate) perché di default il client le blocca. 

Una volta sbloccata l’immagine, sarete in grado di visualizzarle anche nelle mail che vi invio successivamente senza fare alcuna azione ulteriore. Oppure, puoi cliccare in cima a questa mail su “visualizza questa mail online.”

Bene partiamo

Outfit nr. 5

Oggi mescoliamo le tonalità del marrone al blu ed utilizziamo una giacca un po’ più’ audace ma sempre molto mascolina. Questo per fare in modo che chi ha ancora timore nell’utilizzare le fantasie ed i motivi, inizi ad osservare invece quanto semplice sia.

Occorrente

1) Giacca sportiva check (quadri). Sebbene vediate una giacca con un motivo evidente cercate di osservare come i colori contenuti siano piuttosto spenti (sia il blu che il marrone) questo fa in modo di equilibrare il motivo che essendo ben visibile, con colori più accesi renderebbe la giacca troppo appariscente.

 
E’ una giacca molto autunnale per colore e per tessuto, molto valorizzate in quanto essendo due bottoni e ben avvitata allunga il busto ed allarga le spalle. Una giacca di questo genere prima di tutto rende l’outfit meno banale e poi sarà il pezzo forte dell’outfit, per cui il resto dovrà essere tenuto semplice e classico, Infatti tutti gli altri pezzi serviranno da supporto. 
 
E ora ci sbizzarriamo un po’ utilizzando, per il resto dell’outfit, i colori presenti nella giacca giocando con le tonalità.

2) Una camicia in denim blu scuro. Il blu del denim non è mai uniforme (infatti si può’ intravedere del bianco nella sua lavorazione) per questo si abbina bene ai marroni purché’ non troppo scuri, in quanto il blu non è assoluto e uniforme. Una camicia in denim, non troppo pesante, diventa una camicia (ovviamente casual) ma molto versatile. La potresti ad esempio indossare con una cravatta tricot, in un colore in contrasto.

3) Un paio di chinos taglio classico (se vuoi rendere questo outfit ancora più casual puoi anche indossare chinos 5 tasche come il taglio dei jeans). 

 
I pantaloni in color caffè-latte creano un bel contrasto con la camicia e ben si sposano al motivo della giacca. 
 
Per quanto riguarda il colore del pantalone, l’alternativa a questa tonalità poteva essere un panna, quindi molto più’ chiaro, perché, una tonalità di marrone più scura non avrebbe creato un bel contrasto armonioso con il blu scuro della camicia;
una tonalità poco più chiara di questa, sarebbe stata troppo simile alla tonalità del maglione che andremo a vedere. 
 
Fate in modo che ci sia sempre un po’ di differenza nelle tonalità indossate sopra e sotto, per evitare di sembrare in pigiama. (almeno chè non si voglia creare un look monocromatico deliberatamente).

4) Un soffice maglioncino girocollo di peso leggero beige in tonalità più’ chiara del pantalone (ma poteva anche essere viceversa). 

 
Lambswool, Merino o il più’ lussuoso Cashmere vanno tutte bene come lane (anche un misto di queste), purché’ mi raccomando cercate di indossare lana 100%, per maggior comfort, durata e resa dei vostri outfit. Come dico sempre: meglio un maglione di qualità, piuttosto che 10 cheap.

5) un paio di chukka boot in suede in marrone. Questo è un classico del parco scarpe invernale maschile. Bello, comodo, pratico elegante e versatile. La pelle potrà andare bene lo stesso, ma il suede si sposa benissimo a questo outfit che ricorda le campagne inglesi.

Accessori:

1) pochette in seta per contrastare il tessuto un po’ ruvido della giacca come anche tutto il tono dell’outfit. 

I colori riprendono tutti quelli presenti nei vari capi, anche se in altre sfumature. C’e’ il blu spento, il bruciato, il beige. Come tutto l’outfit anche questa pochette ha dei colori autunnali ma resi più vitali dall’arancio bruciato che inietta un po’ di colore, pur sempre rimando entro i canoni della stagione e dei colori maschili.

2) Cintura in pelle marrone. Tonalità come le scarpe. Come ormai sapete cercate di evitare di abbinare suede con suede per evitare l’effetto artefatto. Una cintura marrone di buona pelle con fibbia semplice. (senza placche argentate o dorate, basta una sottile fibbia in metallo. Non serve altro)

3) Calze costa inglese (lana o lana e cotone a seconda delle esigenze dei vostri piedini).

Il marrone lo trovo molto appropriato. Inutile aggiungere altri colori. 
 
Ma Simonetta la calza non deve essere uguale al colore del pantalone? 
 
Nell’abbigliamento formale sempre, nell’abbigliamento semi-formale non è un obbligo puoi abbinarla anche alla cravatta, nell’abbigliamento casual proprio non esiste. 
Inoltre quando i pantaloni sono chiari, la calza dovrà essere più’ scura del pantalone ed inoltre, in questo outfit che prevede una polacchina, non esiste il problema dello stacco che si ha normalmente scarpa pantalone. Ok?

4) Guanti. Per evitare di congelare le manine, un bel paio di guanti marrone in pelle (in qualunque sfumatura), foderati  in lana o in pelo le terranno belle al caldo. 

Non giocateci a palle di neve, senno’ si rovinano e costano un botto! 🙂 
Se non riuscite a contenere il fanciullo che c’e’ in voi, fatelo, ma con dei guanti in lana. Mi raccomando!

5) Un bell’orologio (ho detto bello- non lussuoso) rifinisce sempre il look di un gentleman. Andra’ bene anche uno con bracciale in metallo, ma se scegliete la pelle, con questo outfit, il cinturino dovrà essere marrone.

6) Un cappotto. In realtà questo outfit si presta a qualsiasi tipo di soprabito. Dalla Field Jacket, al Peacoat, al cappotto corto classico in lana tipo Crombie. 

 
Così per sfizio ho inserito un Montgomery che è più casual di un Crombie (vi ricordate lo abbiamo visto nei precedenti outfit), ma più funzionale in caso di maltempo. Negli anni Sessanta, ebbe grande popolarità in Francia, si diffuse largamente tra studenti universitari e intellettuali divenendo il simbolo dell’abbigliamento anticonformista, informale e unisex.

Un cappotto dall’animo radical-chic che può piacere o meno ma resta pur sempre un’opzione presente nel panorama del menswear molto apprezzata.

7) Cappellino in lana. Per toglierci dai soliti colori blu grigio e marrone, perché’ non provare un bel colore autunnale e ricco come il color zucca? 

Non è proprio un’arancio acceso, la tonalità e’ più’ spenta. Sta benissimo con i colori della terra utilizzati in questo outfit, ed in più vi farà riconoscere a cento metri di distanza nella folla grigia. Dedicato a chi piace distinguersi (ma con stile).
 
Quando indossare questo outfit?
Questo outfit può avere diverse destinazioni. Se nel tuo luogo di lavoro vige il business casual, ad esempio, è sicuramente adatto, in quanto sebbene la giacca inietti un po’ di personalità il look resta pur sempre professionale. (ovviamente dipende dalla tua attività). Per una passeggiata in città in questo freddo fine novembre, ma ancora, per un pranzo in una bella trattoria di campagna, con conseguente passeggiata digestiva e rilassante.

 
 
 
 
What Else?
Un abbraccio
Simonetta

About Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi comunicando il giusto messaggio, con il loro abbigliamento dal 2010. Quotidianamente interagisce con i membri del LAB con consulenze personalizzate per farli apparire al meglio giorno per giorno tutti i giorni