La Polo Alternativa alla Camicia: Una Maglietta Sportiva Che Ha Le Sue Regole

come indossare magliette polo

Jean-René Lacoste  pur essendo stato un grande esponente del tennis mondiale, ha  il suo nome oggi principalmente legato alle magliette sportive da lui ideate che prendono il suo nome: Lacoste.

La Lacoste continua ad essere una parte integrante dell’abbigliamento maschile, come qualsiasi altra polo nata successivamente,  in quanto versatile capo d’abbigliamento, da poter essere indossato, sia sotto ad una giacca, che  per un abbigliamento casual, curato.

come indossare magliette polo

Ci sono due regole di base da tenere in considerazione per indossare la  polo.

Regola # 1:la Polo  non deve essere troppo stretta.  

Se non è possibile infilare il dito tra la manica della vostra maglietta Polo ed il bicipite significa che e’  troppo stretta.
La maggior parte delle magliette polo sono realizzate in cotone 100%  e non devono sembrare una tuta da sub  in neoprene incollata al corpo quando indossata.
Il bordo della manica corta della vostra Polo, deve girare agevolmente intorno al braccio, giusto lo spazio di un dito. Uno spazio maggiore potrebbe essere indice di una taglia troppo grande.

Regola # 2: La Polo non deve essere troppo lunga. Perché?

Perché le magliette polo quando sono indossate troppo lunghe  sembrano mini abiti da signorina.

asdg679147òj
Tuttavia, dovrebbe essere abbastanza lunga da  poterla infilare nei pantaloni senza che esca fuori ad ogni movimento.
Se la sua lunghezza oltrepassa i fianchi, sara’ comunque da considerarsi oversize.

A volte, anche per eccesso di creativita’, si puo’ notare che alcune persone  tendono a sollevare il colletto della propria  maglietta polo. Questo puo’ essere tollerato in compagnia, in vacanza, ma dovrebbe esere evitato comunque in incontri di lavoro.

de36ujvnm
Una maglietta polo a manica lunga è una  alternativa ad una camicia. Conosciuta anche come Rugby Polo, e’ un capo adatto a serate fresche di primavera o di estate.
Questo tipo di maglietta  polo rientra nel dress-code smart casual, nelle aziende in cui e’ previsto.

polo maniche lungheImparare ad indossare la polo nel modo giusto può essere difficile a volte.

Ogni marca ha diversi stili e possibilità di  abbinamenti. Le marche americane, come  Gap, ad esempio,  propendono per un taglio classico squadrato.
Le marche inglesi, come Fred Perry o  marche francesi come Lacoste, sono più attente al Fit (vestibilità) rispetto a quelle americane, ma non è detto che calzi alla perfezione il vostro fisico.

Alla resa dei conti, quello che dovrebbe essere più importante per voi, e’ come questa si adatti al vostro fisico e stile di vita.

Sarebbe bene provare diverse marche di Polo e vari abbinamenti in modo che, quando si è trovato il perfetto stile,  si ci concentri sull’acquisto di quella determinata marca sia in diversi colori che modelli.

3 Modi per indossare una polo

Dal campo da golf alla cena informale con la più versatile delle shirts. Il week end non vuol dire  avere una scusa per indossare una brutta e vecchia t-shirt. Una polo vi vestirà in diverse occasioni durante l’estate. Sul campo da golf,  in cotone di colore chiaro per evitare di attirare il caldo.  Sotto ad un maglioncino in cotone a V, di sera d’estate. Una Cena in casa di parenti? Un blazer blu sopra…e vai! 

come indossare una polo

TROVI COME INDOSSARE LA POLO IN STILI DIFFERENTI IN QUEST’ARTICOLO

About Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,
About The Author

Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,

Facebook

14 Comments

  • Luca

    Reply Reply 08/03/2013

    Io sono dalla parte dei colletti in giù, diciamo la versione classica. L’unico problema che riscontro è il fatto che il colletto della polo tende ad arricciarsi. Per evitare questo stiravo sempre bene il colletto, ma ho recentemente acquistato presso la Coin un prodotto che si chiama “Kolletto Polo Edition”, una soluzione che evita l’effetto “dell’arricciamento” del colletto.
    Evito alla grande il colletto in su !!!

    Ciao
    Luca

  • mattia90

    Reply Reply 31/01/2013

    ciao su internet cercavo qualche discussione riguardo la tenuta del tessuto , porto un slim fit s volevo sapere se dopo qualche lavaggio il tessuto cede un po e prende la forma del corpo , io spero sia cosi perche a dire la verità me la sento un po stretta spalle e torace , ma perfetta ai fianchi
    la s costum veste un po piu larga ma ai fianchi prende una brutta piega ..

  • Federico

    Reply Reply 03/12/2012

    Ciao Simonetta,
    complimenti per l´articolo e per il blog in generale.
    Noto sotto la sezione “3 modi per indossare una polo” una foto di un modello con un maglione scuro a quadri (con reticolato bianco) meraviglioso, indossato sopra la polo.
    Sapresti dirmi dove posso reperire tale maglione?
    Grazie e buona settimana
    Federico

  • luca

    Reply Reply 03/06/2012

    ottimo articolo per un indumento che dovrebbe riempire ogni momento casual-estivo di un uomo. Io adoro ovviamente e per me “polo” è irreversibilmente sinonimo di “Lacoste”. Tessuto eccezionale, leggero, resistente, poco sporchevole e “maltrattabile” in lavatrice per lavaggi pressochè infiniti. E poi la loro linea regolare la lo sterminato caleidoscopio di colori. Non è un mistero che nel mio guardaroba facciano bella mostra di sè ben 25 coccodrilli… Questa scelta non è solo motivata da ragioni estetiche, ma anche di praticità e portabilità: le polo di Fred Perry per esempio, tendono a infeltrirsi e a restringersi, quelle di Kappa, oltre ad essere di pessima qualità, si sformano e quelle di Polo RL sono insopportabili con la coda più lunga del ventre.
    Per quanto riguarda i tuoi consigli, come sempre preziosissimi e che permettono di imparare qualcosa, tipo il dito appena infilato nel giromanica (che, ovviamente, sono subito andato a controllare!). Ciao Simonetta!

    • simonetta

      Reply Reply 03/06/2012

      Ciao Luca grazie per la dettagliata testimonianza. Simonetta

  • Luca

    Reply Reply 02/06/2012

    Anche io concordo con il commento del lettore sopra: alcune polo hanno un colletto che sembra fatto apposta per essere tirato su (e bisogna anche considerare che alcuni colletti hanno decorazioni, come una riga in contrasto, che secondo me fanno un bell’effetto quando il colletto è su). Altre marche, invece, come la Lacoste hanno il colletto troppo largo e troppo leggero per essere portato alzato.
    A me personalmente non piace alzare il colletto, comunque dipende anche dal proprio corpo. Chi ha il collo troppo corto dovrebbe forse evitare. Io ad esempio sono magro e mi piace tenere giù il colletto anche per allargare la figura (come si fa con una camicia col colletto francese)

  • M.A.

    Reply Reply 29/05/2012

    Ancora un altro ottimo articolo, Simonetta.
    Tuttavia, dato il tenore del blog, mi sarei aspettato qualche riferimento anche alla più elegante, e ahimè spesso dimenticata, polo-camicia, tanto amata anche da un’intramontabile icona di stile come Gianni Agnelli.

    • simonetta

      Reply Reply 29/05/2012

      Grazie. Tranquillissimo ne parlero’, ci mancherebbe, un po’ alla volta parliamo di tutto, dovete a volte perdonarmi, perche’ per scrivere un articolo che sia in qualche modo utile, corretto particolareggiato ma soprattutto interessante per voi mi ci vogliono dai due ai 4 gg. E come vedi quando gli articoli sono molto densi per non creare confusione, li divido. La polo camicia avra’ il suo bell’articolo a parte. Grazie mille della tua attenzione e soprattutto per darmi sempre in modo costruttivo il tuo riscontro. Simonetta

  • Ruben

    Reply Reply 29/05/2012

    Vorrei fare due domande:
    1)Polo dentro i pantaloni sempre,o quasi, oppure meglio fuori? E’ solo questione di stile o di etichetta?
    2)Per la questione della misura e del braccio, io facendo body building basandomi sul braccio (43cm) dovrei prendere almeno una L-XL, ma mi riroverei con una maglia troppo lunga e larga in ventre….come regolarmi?
    Grazie simonetta per tutti i begli articoli che scrivi, ti sego da tempo eh…
    Ruben

    • simonetta

      Reply Reply 29/05/2012

      Ciao Ruben, grazie mille.
      Rispondo volentieri alle tue domande:
      1) La polo e’ molto versatile, la puoi indossare fuori o dentro ai pantaloni a seconda delle occasioni: esempio, se la indossi al lavoro, la porterai dentro, se sei a passeggio con il cane o per una passeggiata nei week end etc la puoi portare fuori. Dipende anche dallo stile che vuoi adottare. La polo e’ un po’ piu’ elegantina della Tshirt, ma meno di una camicia. Anche la lunghezza ha la sua parte a volte una polo troppo lunga e’ meglio infilarla dentro piuttosto che lasciarla fuori.
      2) L’unica cosa che ti posso consigliare, e’ quella di trovare una marca di Polo che vesta le persone atletiche. Come detto nell’articolo, non tutte vestono uguali. Ad esempio la LaCoste ha diversi fit come vedi dall figura, ed e’ pero’ piu’ corta di una Ralph Lauren (che peraltro ha il colletto piu’ piccolo della Lacoste, come ci faceva notare Marco nell’intervento precedente) Credo che anche Ambercombie abbia polo studiate per fisici atletici (dipende dalla tua eta’la scelta di questa marca). Poi e’ una questione anche personale, cio’ che io scrivo e’ sempre da prendere come linea guida in generale, e cercare di trovare il proprio equilibrio. Se le tue maniche non ti stringono da farti male e non ti dividono in due il braccio e nell’insieme il tutto e’ proporzionato, nulla ti vieta di indossarla come hai sempre fatto. Io penso che fra i 4 fit Lacoste potresti trovare quello per te (Non percepisco nessun compenso dai marchi citati, sia chiaro!)
      Rivolgo la tua domanda anche ai lettori, magari fra i tanti qualcuno con il tuo stesso “problema” potrebbe consigliarti una scelta piu’ mirata.
      La domanda di Ruben è: facendo body building basandomi sul braccio (43cm) dovrei prendere almeno una L-XL, ma mi riroverei con una maglia troppo lunga e larga in ventre….come regolarmi?
      A presto
      Simonetta

  • Marco

    Reply Reply 29/05/2012

    Mi piacciono un sacco le polo e mi ritrovo con quello scritto.
    Finalmente un po’ di chiarezza su colletto su o giù! Concordo con quanto detto e aggiungo che secondo me dipende anche dalla marca e dalla forma del colletto. Alcune polo hanno dei colletti troppo alti per essere messi all’insù mentre altri stanno bene così.

    Un esempio classico, per quanto mi riguarda, sono le polo della ralph lauren e le lacoste. Con le prime secondo me ci sta bene il colletto su mentre con le lacoste no.

    • simonetta

      Reply Reply 29/05/2012

      Grazie Marco. Un commento costruttivo che sicuramente aiuta ad implementare l’argomento. Le esperienze sul campo a supporto degli articoli che scrivo, saranno d’aiuto a molti.
      Simonetta

Leave A Response

* Denotes Required Field