Il Cinturino NATO

il cinturino nato

il cinturino NATO

Sono lieta di ospitare in queste pagine questo  interessante articolo di Ilario Citton Presidente e fondatore di LE CERCLE JAMES BOND CLUB ITALIA.

Dedicato a tutti gli appassionati di Bond e di orologi: “Al polso di James Bond Torna Il Cinturino NATO”.

Ilario Citton:

“Facciamo una piccola premessa che vi farà capire l’origine di questo interessante accessorio che consiglio di utilizzare specialmente su segnatempo subacquei come ha fatto James Bond nei primi film, e che a breve, rivedremo in chiave moderna al polso di Daniel Craig in Spectre.

Anche in questo caso siamo di fronte all’ennesima invenzione Made in England, dato che il cinturino Nato si basa sulle specifiche G10 che furono dettate dal MoD (Ministry of Defence) per gli orologi CWC (Cabot Watch Company) assegnati all’esercito nel 1960 quindi il vero nome sarebbe G10 Ma per comodità viene chiamato NATO.

Ma proviamo a raccontare come il cinturino NATO fu utilizzato nei film di 007 andando indietro alle origini della storia.

Nei primi due film il ruolo di James Bond fu interpretato da Sean Connery  che indossava un Rolex Submariner così come lo scrittore Ian Fleming lo immaginava, anche se, per essere precisi, nei romanzi, Bond al polso portava un Oyster con un cinturino elastico.

Nel 1964 Connery, ancora una volta Bond dopo il clamoroso successo di “Dr.No”, nel film Goldfinger utilizza un Rolex Submariner ref. 6538.

Questo Submariner aveva una grande ghiera ed era sprovvisto (ndr come gli altri modelli sportivi del marchio dell’epoca) delle spallette che proteggevano la corona, però Connery portò lo stesso orologio anche con un cinturino in nylon.

Per ragioni sconosciute il cinturino misurava 16 mm. e non calzava tra le due anse, che in questo Rolex, hanno una distanza di 20 mm.

Ci sono molte speculazioni sul perche’ se ne fosse utilizzato uno di soli 16 mm. e penso sia perché all’epoca, i Rolex, erano estremamente grandi e i produttori del film, non potendo trovare quello giusto di 20 mm., usarono il primo che gli capitò tra le mani.

L’ironia della sorte vuole che la pellicola sia stata girata prima che i braccialetti NATO fossero sviluppati.

Per molti anni si sono venduti cinturini, come “James Bond Nato”.

Va detto pero’ che nessun James Bond ha mai portato un cinturino NATO in uno dei film della saga, ed il cinturino che si vede ha sia il colore  che il motivo sbagliati.

Il cinturino in esame è grigio e nero con 5 strisce in totale. Il  cinturino di James Bond ha 9 strisce ed è blu Navy, verde oliva e bordeaux.

cinturino nato

Lo stesso Daniel Craig in alcune foto indossava un Rolex Submariner 6538 che gli fu regalato dalla produttrice Barbara Broccoli. Trattasi di un Big Crown con un cinturino nero e grigio NATO.

Ciò che rende questo fatto incredibile è che la mitologia è diventata realtà e così anche Daniel Craig è caduto su questo dettaglio.

Ribadendo, in altre parole, nessun James Bond della storia ha mai indossato un cinturino NATO e anche Sean Connery  non ha mai indossato alcun cinturino in nylon grigio e nero.

Posso affermare, però, che anche se i colori non sono gli stessi del NATO originale,  l’utilizzo da parte di James Bond di un cinturino di foggia militare è un particolare che ha fatto tornare alla mente lo stile vintage dei vecchi film anni 60 di guerra e spionaggio.

Vedere Daniel Craig a Roma, elegantissimo, camminare per via San Gregorio con al polso un Omega Seamaster 300 con un cinturino NATO a righe grigio e nere, beh fa venire i brividi.

cn2

Per quanto riguarda il suo Omega fate attenzione a non farvi tradire dal marketing.  Nei film del ciclo Craig, sono sempre due i modelli utilizzati:
quello che Omega spingerà in termini pubblicitari sarà il Seamaster 007 Gauss (antimagnetico) con il quadrante personalizzato con lo stemma della famiglia Bond, 
ma quello che Bond userà per tutto il film (in Skyfall fu un Aqua Terra, il protagonista), sarà il nuovo Seamaster 300 con un cinturino NATO marchiato Omega, acquistabile per la rispettabile cifra di 135,00 euro in tutte le boutique del marchio svizzero.

Personalmente lo monto sul mio “vecchio” Seamaster, quello di Brosnan per intenderci, e vi posso assicurare che mi sento ogni giorno come lui.”

Ilario Citton è il Presidente e fondatore di Le Cercle James Bond Club Italia, del blog lecercleclub.com, della web television BondTv, del programma radiofonico Le Cercle On Soundcloud e Bondcast, Direttore Editoriale e ideatore del magazine on line, Mr.Bond, rivista ufficiale di Le Cercle.

Segui Ilario su Twitter - Linkedin - Istagram

About Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,
About The Author

Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,

Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field