Cappotti Stili e Stile

cappotto stile e stili

Eccomi di nuovo a voi. Visto che la temperatura sta scendendo e’ giunto il tempo di parlare di cappotti.
Passata l’era di quando l’uomo che aveva freddo si rivestiva di pelli, oggi per fortuna c’e un modo piu’ elegante, di classe e perche’ no sexy, per coprirsi dal freddo.
Se avete letto gli altri miei articoli forse avete capito che io preferisco le linee asciutte e classiche. ovviamente ci sono uomini in grado di vestire anche linee fuori dall’ordinario e indossarle bene, per cui in questo post parlero di cappotti classici.
Voi pensate di conoscere tutti i tipi di cappotti dalle linee classiche e chic nelle loro varianti? Se e’ cosi’, saro’ ben felice di ottenere da Voi un riscontro anche per indicarmene qualcunaltro. Per ora voglio parlavi dei cappotti che ogni uomo deve conoscere.

  • Il Crombie (meglio se blu scuro) e’ il calssico cappotto da citta’ E realizzato in tessuto pesante ed quindi adatto alle giornate piu’ fredde. Ogni maison di confezione ne produce un modello che pu’ essere piu’ o meno elaborato (click sulle immagini per ingrandire)

  • Il Chesterfield cappotto indossato dai signori dell’Ottocento prende il nome dall’omonimo conte. Puo’ essere monopetto o doppio petto nei colori beige blu o nero. Il modello piu’ famoso e’ quello con abbottonatura monopetto e nascosta, il filato e’ di lana a lisca di pesce e il colletto di velluto. (click sull’immagine per ingrandire)

  • Il British Warm, in inglese British Warm Overcoat, ha le mostrine sulle spalle in quanto nasce come cappotto militare. E’ in spessa lana Melton, e’ un cappotto molto caldo (come suggerisce il nome) ovviamente esiste la piu’ nobile versione in cachemire. (click sull’immagine per ingrandire)
  • Il Covert Il covert e’ un cappotto che potrebbe assomigliare e confondersi con il Chesterfield (vedi prima), ma diverso sia per il tessuto che e’ piu’ leggero il Covert appunto che e’ una sorta di twill leggero per cui si puo’ indossare tutto l’anno. Ha colletto di velluto, ha una linea stretta ed e’ corto. Un’altra caratteristica del Covert sono le quattro impunture cucite sui polsi. Tali impunture sono dette “railroading” E’ nato come cappotto da equitazione infatti al suo interno troviamo una grande tasca all’altezza dela coscia sinistra (serviva a contenere eventuali provviste) e  solitamente e’ di un beige melange con colletto di velluto marrone scuro. (click sull’immagine per ingrandire)
  • Il Polo e’ un cappotto puramente americano il cui stile propagatosi in seguito in Inghilterra fu importato da Brooks Brother. Originariamente presentava una cintura che e’ stata rimpiazzata da una martingala. E’ piu’ un cappotto sportivo proprio per le tascone applicate, lo troviamo spesso in blu, ma il suo colore d’origine er il beige in quanto le prime realizzazioni erano in cammello sostituita da lana pettinata. (click sull’immagine per ingrandire)

Gli stili dei cappotti non finiscono qui. A breve continueremo il viaggio fra questi capolavori di manifattura.

About Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,
About The Author

Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,

Facebook

8 Comments

  • Gabriele

    Reply Reply 20/10/2016

    Nell’armadio ho un bel Crombie -uno dei pochissimi acquisti azzeccati degli anni passati, quando ancora non ti conoscevo Simonetta ed ero un disastro totale per quanto riguarda il vestire! 😛 – nel colore che consigli(Blu navy).
    Anche il fit sembra essere quello giusto (taglio delle spalle e lunghezza maniche ok) l’unica cosa è che non è molto lungo, la parte finale infatti arriva a coprirmi solo i glutei (e pochi cm di essi in realtà spuntano comunque fuori).

    Sapendo che per tale cappotto consigli una lunghezza di pochi cm sopra al ginocchio, indossarlo quest’inverno anche se così corto secondo te può andar bene ugualmente oppure…Dovrei eliminarlo?

    Considerando anche la mia altezza (1,92m) sarei comunque presentabile indossandolo nelle varie occasioni?

    • Ciao Gabriele, oggi chiamiamo Crombie qualsiasi cappotto corto. Ora da quello che mi dici tu, più che un cappotto sembrerebbe essere un giaccone. La lunghezza ricorda quella del peacoat. Se ti sta bene indossalo tranquillamente con la stessa funzione che ha il peacoat. Per smorzare l’altezza puoi ricorrere sempre al trucco del contrasto, cioè, in questo caso, utilizzalo con un paio di pantaloni più chiari (jeans chiari, chinos beige o panna ad esempio). Questo aiuta ad interrompere l’occhio, mentre scivola sulla lunghezza della silhouette. A presto e grazie mille. Simonetta

      • Gabriele

        Reply Reply 24/10/2016

        Ora che mi ci fai pensare non so se si tratti di un Crombie, un Peacoat o altro…É monopetto e come ho detto più corto di quelli che consigli tu.
        Ad ogni modo credo che 2 foto valgano più di mille parole: 😉
        https://imageshack.com/i/pma5zqHAj

  • Alessandro

    Reply Reply 19/06/2016

    Articolo interessante. Avrei una domanda: con quale tipo (e colore) di soprabito si sposano meglio le giacche di velluto marroni? Mi piacciono, ma finito l’autunno vado sempre in difficoltà…
    Grazie in anticipo,
    Alessandro

    • Ciao Alessandro. Il marrone si può considerare un colore della terra, per cui starà bene con tutte le altre tonalità assimilabili a queste. Colori terrosi, fangosi come il verde marcio o militare, zucca (che per un cappotto mi sembra eccessivo pero’) Bordeaux (bisogna fare attenzione alle tonalità coinvolte della giacca e del cappotto) sempre in relazione alla tonalità potrebbero stare bene alcuni blu, e per non sbagliare il beige in qualunque tonalità chiara o più scura. Il grigio non è entusiasmante, ma a volte potrebbe funzionare. Un caro saluto. Simonetta

  • Salvatore Nigro

    Reply Reply 04/01/2016

    bell’ articolo con informazioni difficili da trovare in giro. Complimenti! Peccato per le foto che non sono piu’ visibili..

    • Ciao Salvatore, scusa ma vedo solo ora il commento che era finito nello spam, insieme a quelli di una decina di altri lettori! E’ un articolo vecchissimo, quando sono stata attaccata dagli hacker nel 2013, sono riuscita a salvare quasi tutto il blog ma alcune cose sono andate distrutte. Mi ripropongo di aggiornarlo al più presto . Grazie mille ancora. SZ

  • Salvatore Nigro

    Reply Reply 04/01/2016

    veramente bello l’articolo. Molto istruttivo con informazioni difficili da reperire in giro. Peccato per le foto che non siano piu’ visibili ;(

Leave A Response

* Denotes Required Field