Abbigliamento Maschile Estivo: Guida Completa I Parte

1

Sconfiggere il Caldo Con Stile! Guida Completa Abbigliamento Maschile Estivo

Quando i tradizionali abiti in lana pettinata e le camicie di cotone diventano insopportabili cosa dovrebbe indossare un uomo per mantenere un certo stile?

Ci sono diversi articoli che danno indicazioni su come un uomo dovrebbe vestirsi in Estate, alcuni riguardano esclusivamente i trends della stagione, ma nessuno di essi è dettagliato abbastanza per fornire una visione completa e risolvere il reale problema esistente che si presenta quando il caldo in città si fa insopportabile.

Questa è un tentativo di fornirvi una risorsa completa sull’argomento. Ogni capo deve essere funzionale al di sopra dei 28 gradi, soprattutto se non si è ancora sul luogo di villeggiatura, mantenere un certo stile, per alcuni uomini puoòrisultare complicato e l’afa può indurre a “pescare” nell’armadio capi di abbigliamento a caso, solo perche’ sono i più leggeri possibili. Lo stile utilizzato ovviamente e’ occidentale, ma si basa sulle competenze di alcuni luoghi molto caldi, come Sud America e Asia Orientale, per quanto riguarda tessuti e indumenti adatti a sconfiggere il caldo vero!

PARTE PRIMA: LE PRIORITA’

Le cose più importanti a cui pensare quando si deve acquistare abbigliamento da indossare con il caldo. Date importanza al vostro look? e questo è un bene sempre, ma quando la colonnina di mercurio sale, avrete bisogno anche di capi funzionali. Bisogna considerare alcuni elementi

Queste sono le caratteristiche essenziali per l’abbigliamento maschile adatto al caldo.

Peso Leggero

Questo è normale, fa caldo e quindi si desidera abbigliamento che sia fisicamente leggero. Meno grammi di tessuto vi metterete sulla pelle e piu’ aiuterete l’aria a circolare.

Quando acquistate abbigliamento estivo sceglierete cotone e lino. Ma a volte può capitare di trovare un capo e non rendersi immediatamente conto di quanto pesante sia, per cui sarà opportuno provarlo prima dell’acquisto. Dieci minuti effettuando alcuni movimenti, oppure passeggiando per il negozio con il capo indossato potrà fornirvi degli indizi. Se iniziate a sudare, sicuramente non è una buona scelta da indossare ad alte temperature.

Traspirazione

Un tessuto che faccia traspirare è importante quanto il peso dell’indumento, se non di più. Il tessuto che non lascia traspirare intrappolerà il sudore e l’aria calda, portando il corpo ad un surriscaldamento.

Le trame più sciolte e porose permettono una maggiore traspirazione. Le fibre sintetiche normalmente non lasciano traspirare.

Oltre a scegliere un buon tessuto sarà importante soffermarsi a considerare anche la sua trama. Molti commercianti infatti vendono dei cotoni a basso costo dichiarandoli come “abbigliamento estivo”, a prescindere dal fatto che vadano bene per l’alta temperatura oppure no. Un cotone con trama stretta e fili spessi sarà una vera tortura indossato a 30° di temperatura.

Protezione Solare

Molti uomini, specialmente con pelle molto chiara, sottovalutano la protezione della loro pelle. Quando il sole è a picco, anche camminando in città, si ci può scottare e diventare orribilmente rossi, oltre a sentire anche bruciori sparsi. Fortunatamente lo stile classico da uomo presta già protezione di per se. Camicie a maniche lunghe e pantaloni, possono risultare più freschi di maglietta e bermuda in certe situazioni; ricordare che i colori scuri attraggono i raggi solari, mentre quelli chiari li respingono, e soprattutto sappiate che e’ anche facile scottarsi tramite una camicia a maniche lunghe nera o di colore molto scuro, specialmente se contiene del materiale sintetico.

1

Nei mesi estivi ci si dovrebbe preoccupare se sia più opportuno coprire o scoprire alcune parti del corpo, a seconda degli orari e delle necessità. In città meno sole diretto si prende, e meglio si sta, e in questo caso tessuti leggeri e traspiranti utilizzati per coprire la maggior parte del corpo vengono in aiuto.

Stile Strategico

Il problema di un outfit estivo, è che la maggior parte delle volte viene composto più per necessità che per lo stile. Si ci infila una maglietta ed un paio di bermuda o pantaloni leggeri, solo per non sovraccaricarsi di indumenti e non perché questi abbiano un bell’aspetto.

Lo stile in estate è fatto per lo più da piccoli particolari che devono essere ponderati. Una camicia bianca e un pantalone khaki saranno perfetti, ma sarete esattamente vestiti come qualsiasi altro uomo, senza distinguervi ad un livello superiore.

Quando componete un outfit estivo, dovrete pensare a colori, fantasie, trame e accessori, tutto insieme. Anche solo una particolare cintura o un’azzeccata pochette può trasformare ciò che e’ solo funzionale, in qualcosa di stile.

Se non vi prendete il tempo di fare attenzione a questo, sarete uguali a qualsiasi altro accaldato ragazzo/uomo in ufficio.

Credetemi, quando dico che lo stile è importante nelle giornate molto calde, tanto quanto lo sono gli abiti che vi lasceranno traspirare

PARTE II: TESSUTI ADATTI ALLE TEMPERATURE ESTIVE

Come si possono trovare capi di abbigliamento che contengano tutte quante le caratteristiche appena viste?

Ricapitolando, il vostro outfit per combattere il caldo deve contenere queste componenti essenziali

  • PESO LEGGERO
  • TRASPIRABILITA’
  • PROTEZIONE SOLARE
  • STILE STRATEGICO

Di seguito i tessuti (in ordine casuale) che meglio si adattano ad essere indossati alle calde temperature.

LINO

9

Il lino è una delle gioie dell’abbigliamento maschile estivo. E’ leggero e traspirante ed ha una struttura unica che fa risaltare tutto un insieme. Ad alcuni uomini non piace il lino in quanto si stropiccia facilmente, ma questa è una parte del suo fascino; i lini di alta qualità sono tessuti in maniera tale che le pieghe e le grinze si formeranno in misura minima.Il lino è utilizzato per giacche, abiti, pantaloni e camicie.

Alcune regole di stile vogliono che, giacca e pantaloni in lino debbano essere abbinati, ma a mio parere anche una giacca e un pantalone spezzati, in lino, stanno bene ugualmente. Attenzione: una camicia di lino sotto ad una giacca di lino sfocia in uno stile abbastanza discutibile.
PRO:

  • Molto leggero e traspirante – spesso la più bella opzione disponibile
  • Struttura unica e visibilmente diversa da quella del cotone più comune
  • Asciuga rapidamente e non trattiene l’umidità

CONTRO:

  • Costoso da produrre, portando il prezzo in alto
  • Incline a pieghe
  • Meno resistente del cotone o lana;
  • Può richiedere un’accurata manutenzione

LANA

Usualmente non si pensa alla lana come ad un tessuto adatto all’estate, molte delle sue proprietà infatti ne fanno un tessuto adatto all’inverno, in quanto è spesso e pesante.

9

Tuttavia esistono lane tropicali che sono molto più leggere. Sostanzialmente sono lane pettinate o flanelle tessute con fili molto più leggeri di quelli utilizzati per gli usi convenzionali.

Si utilizza una trama molle per renderla più traspirante, ma i fili vengono ritorti stretti per compensare la perdita di resistenza.

Il fresco di lana è probabilmente l’esempio più famoso di questo tipo di tessuti, tende ad essere più costoso ma è maggiormente fresco e confortevole delle altre lane leggere.
PRO:

  • Un look estivo più pulito ed elegante
  • Tende a stropicciarsi meno del lino
  • Più traspirante e un asciugatura più rapida del cotone

CONTRO:

  • Più pesante del lino e del cotone
  • Costoso
  • Nonostante siano lane tropicali non sono del tutto indicate ai tropici!

COTONE

La maggior parte degli uomini probabilmente si indirizza sul cotone per la maggior parte del proprio guardaroba estivo. E’ leggero e meno costoso della lana e del lino.

Il problema con il cotone è che, le sue prestazioni possono variare ampiamente a seconda della sua costruzione.

Le fibre in lana, in realtà, sono molto più ariose del cotone, il che significa che il cotone deve essere tessuto in modo più sciolto, per rilasciare la stessa quantità di aria della lana.

Il cotone traspirante e leggero si trova in alcuni tessuti estivi specifici. Ecco alcuni degli esempi di cotoni più comuni:

Twill-Chiunque potrà riconoscere la tessitura twill guardando i propri blu-jeans – la nervatura diagonale si distingue chiaramente. Il Twill, se tramato con fili molto sottili, rende un capo leggero, ed è comunemente utilizzato per abiti e giacche in cotone. Ci sono un certo numero di varianti di tessitura twill, ma in generale è utilizzata per effettuare un indumento robusto. Dona una bella linea, ma può essere caldo in estate. Per un “abbigliamento estivo,” non è spesso la scelta migliore.

twilla di cotone

Popeline-Il popeline ha una struttura formata da due fili di grandezza differente nella trama. Questo permette maggiore areazione e facile asciugatura. Il popeline è molto utilizzato per camicie estive. Si possono trovare sia pantaloni in popeline, (molto comodi), che giacche.

popeline

Seersucker-Il Seersucker è probabilmente il più leggero fra i cotoni, anche questo è costoso da produrre e quindi le realizzazioni sono di prezzo piuttosto alto. Il tessuto forma molte fossettine ed è leggermente increspato, è usato per giacche, pantaloni e abiti estivi. Fino a poco tempo fa non lo si vedeva al di fuori degli Stati Uniti, ma da pochi anni sta prendendo campo anche da noi. Lo si vede maggiormente a righine bianche e blu chiaro ma esiste in una grande varietà di colori.

tessuti estivi per abbigliamento maschile

Madras-Il Madras è una specifica trama riconoscibile per i quadri grandi colorati. E’ piu’ liscio sia del Popeline che del Seersucker, e’ leggero ed e’ utilizzato per camicie, pantaloncini e giacche. Molto traspirante.

tessuti estivi

Garza-Quando si pensa alla garza viene in mente quella per le medicazioni. Il tessuto è fatto con lo stesso principio. La trama è larga tanto da poterci guardare attraverso. I singoli fili sono più pesanti rispetto ad altri, ma tessuti in modo molto largo. Molto traspirante. Si tratta di una scelta rara, ma estremamente comoda per camicie estive casual.

8

Questi sono gli esempi più comuni. Il cotone viene utilizzato per le temperature estive da centinaia di anni. Più leggeri sono i fili e più larga è la trama del cotone, più confortevole il tessuto sarà.

Il cotone con tessitura ad alta densità, come l’oxford ed il panno, saranno soffocanti d’estate e diventeranno insopportabili nel giro di pochi minuti.

Un piccolo test da effettuare è quello di tenere una piccola parte di tessuto teso fra le mani, e guardando i fili della trama, si noterà, che se sono a trama larga e allentata, tenderanno a stirarsi quando lo si tende, mentre in un twill, ad esempio, non vi saranno variazioni sensibili. Anche guardare attraverso di esso può essere un test: più lascia trasparire la luce e più leggera e allentata sarà la trama.
PRO:

  • Economico, onnipresente, conosciuto
  • Nel giusto tessuto può essere estremamente leggero
  • Semplice come manutenzione, per lo più può essere lavato in lavatrice

CONTRO:

  • Assorbe e trattiene il sudore molto più della lana o del lino
  • Non ha la linea morbida della lana e la disinvoltura del lino
  • Tende a perdere la forma e non è adatto a climi umidi, meglio in climi asciutti.

SETA

Non esiste nulla di più elegante e di poco peso come la seta. Purtroppo una seta, resistente abbastanza da essere indossata regolarmente e sufficientemente leggera da far star bene anche in estate, non esiste. Una seta, affinché lasci traspirare, dovrebbe essere tessuta a trama larga con fili più leggeri, ma questo la renderebbe troppo fragile e delicata. Per una giacca ci vorrebbe una seta robusta abbastanza ma che sarebbe soffocante d’estate. E’ meglio utilizzare la seta, occasionalmente, per qualche camicia casual larga da portare sciolta.
PRO:

  • Consistenza liscia e confortevole, si sente bene sulla pelle nuda
  • Si realizzano indumenti di peso nettamente inferiore ad altri tessuti
  • Tiene bene i colori e dona una lucentezza diversa.

CONTRO:

  • Delicata, incline a pieghe difficile manutenzione
  • Trattiene l’umidità
  • Costosa

SINTETICO

Bisogna stare attenti quando si parla di sintetico. Alcune fibre sintetiche sono molto utili d’estate.

L’Activewear e lo Sportwear più moderno è costituito da prodotti tessili sintetici ad alto contenuto tecnologico creati apposta per avere proprietà specifiche di traspirabilità resistenza e elasticità

Tuttavia, le tradizionali alternative sintetiche al cotone e alla seta, come il poliestere, sono ancora lontane da questo concetto.
Poliestere, rayon e loro parenti vari, sono come la plastica, fibre che non fanno traspirare.
Hanno un peso leggero e costano un terzo di una camicia in cotone in tinta unita, ma ben presto diventano soffocanti e impregnati di sudore per il caldo.

PRO:

  • Sintetici tecnici possono stoppare l’umidità facendo sudare di meno
  • Peso ridotto in confronto a quello delle fibre naturali

CONTRO:

  • Capi interamente sintetici non lasciano traspirare
  • Possono irritare la pelle
  • Spesso utilizzati per ridurre i costi, piuttosto che per un’utilità vera.

QUESTA E’ LA FINE DELLA PRIMA PARTE DELLA GUIDA.

NELLA II PARTE DELLA GUIDA

ABBIGLIAMENTO MASCHILE ESTIVO: COMBATTERE IL CALDO CON STILE – si parla di:

Come Considerare la Giusta Vestibilità in Estate

– Una Panoramica Sul Guardaroba Maschile Estivo

– Quali Accessori Utilizzare in Estate Per Migliorare il Proprio Stile

Un totale di 28 pagine di CONSISTENTI linee-guida sull’abbigliamento maschile estivo adatto a combattere il caldo.

La II Parte della Guida Al momento non è più disponibile

 

 

Ti Potrebbe Interessare

outfit estate

14 Comments

  • Nicola

    Reply Reply 22/01/2017

    Ciao Simonetta,
    Secondo te cotone + poliammide é più estivo o invernale?

    • Ciao Nicola. Il poliammide è un materiale sintetico che puo’ essere utilizzato mixato sia con il cotone che con la lana, per cui non ha una vera e propria stagionalità in se,anche perchè ha scarsa capacità di termoregolazione, quello che è importante invece è capire l’utilizzo del capo in cui è presente.

      Il poliammide, altro non è che un Nylon (ce ne sono diverse specie, ma il lato tecnico poco ci interessa ora) quindi un materiale sintetico elastico e resistente ottimo e molto utilizzato per costumi da bagno e abbigliamento sportivo (giacche a vento, abbigliamento per ciclismo ecc.) e collant da donna.

      Se il capo contenente questa fibra sintetica non rientra tra quelli indicati sopra, bisogna fare attenzione alla sua percentuale. Un 5% di poliammide è accettabile in un indumento per offrire un po’ più di resistenza al tessuto o una certa elasticità, ma più la percentuale si alza e più scade la qualità del capo.

      Quando viene mixata una fibra naturale come il cotone o la lana, con ad esempio il 50% di poliamide, praticamente è come indossare della plastica. Viene utilizzato per dare lucentezza e forma ad un capo utilizzando meno lana o cotone e quindi abbattendo i costi. Di solito questo succede nei capi a buon mercato. Purtroppo pero’, succede anche che abbigliamento con alte percentuale di sintetico venga fatto pagare molto, soprattutto se firmato. Per questo è importante leggere sempre le etichette della composizione, quantomeno per saper che cosa stai pagando.

      Un capo con alte percentuali di poliamide o nylon ha una scarsa traspirabilità, la tendenza a favorire la comparsa di cattivi odori per il ristagno dei batteri, e non isola nè dal caldo nè dal freddo ma favorisce la sudorazione. Per i capi tecnici, se non vengono utilizzate fibre sintetiche di alta qualità bisogna ancora porre attenzione, perchè capi con alt percentuali di nylon non sono adatti per sport che provocano una forte sudorazione.

      Spero di aver chiarito il tuo dubbio. A presto. Simonetta

  • Giorgio

    Reply Reply 05/07/2013

    Ciao Simonetta,
    leggendoti da qualche mese con interesse, ho acquistato T.D.S. ma non riesco ad accedere alla seconda parte della guida all’abbigliamento estivo, cui volevo dare una letta in previsione di un prossimo acquisto. Al click del link alla fine di questa pagina mi chiede username e password per l’accesso all’insider club, le cui iscrizioni sono al momento chiuse… mi è sfuggito qualcosa?

  • Andrea

    Reply Reply 24/07/2012

    Ciao Simonetta,
    ho scoperto solo oggi il tuo sito e non ho potuto fare a meno di immergermi totalmente notando gli ottimi e utili consigli che scrivi. Volevo cogliere l’occasione per chiedertene uno.
    Sono un ragazzo di ventitré anni e a breve avrò un paio di occasioni durante le quali indosserò l’abito. Volevo puntare su qualcosa di non troppo classico e formale e stavo optando per un abito grigio chiaro con camicia bianca, scarpe e cintura di pelle marrone e cravatta marrone a nodo stretto.
    Pensavo fosse una buona idea ma nell’istante in cui ho detto al venditore della cravatta mi ha guardato storto. Tu cosa ne pensi? È un accostamento azzardato? Troppo spento?

    Grazie,
    Andrea

  • Stefano

    Reply Reply 04/07/2012

    Ciao Simonetta,
    sto seguendo da tempo i tuoi consigli e mi sta cambiando la vita. Per l’appunto ora indosso regolarmente dei mocassini estivi al posto delle vecchie all star. Oltre ad essere più fresche, mi fanno sentire molto più a mio agio nei miei trentadue anni. Finora li ho indossati con jeans e chinos con la gamba a stringere verso la scarpa senza però essere eccessivi. Ho comprato però dei pantaloni sportivi in cotone taglio jeans a gamba dritta. Sono un po’ lunghi, sulla sneakers superga vanno benissimo ma sui mocassini no. Sembrano eccessivamente larghi e toccano terra. Vedo spesso uomini con lo stesso problema che arrotolano un po’ il fondo. L’ho visto anche in una foto della guida che mi hai inviato per l’abbigliamento estivo. Me lo consigli? e se sì, quanto devono essere arrotolati? E quanto deve essere alto il risvolto?
    Non finirò mai di ringraziarti per tutto l’aiuto che mi hai dato.

    Grazie ancora.
    Stefano

    • Ciao Stefano grazie molte, sono molto contenta delle tue parole. Sto scrivendo un articolo a proposito dei pantaloni arrotolati, e’ da un po’ che lo volevo fare, e quindi colgo l’occasione del tuo quesito per farlo. Appena pubblicato riceverai mail. Sono contenta veramente di essere riuscita a fare qualcosa da cui hai tratto beneficio. Grazie ancora a te. Simonetta

  • anna

    Reply Reply 26/05/2012

    Apprezzo molto i suoi articoli ricchi di consigli utilissimi ed ora vorrei chidergliene uno un po’ atipico.
    Mio marito ha un abito nero in fresco di lana (praticamente nuovo), ma i pantaloni si sono irrimediabilmente rovinati, posso “riciclare” la giacca con dei pantaloni grigi? di qualunque tonalità o meglio grigio antracite? e con il fresco di lana beige? …o forse é meglio rinunciare anche alla giacca?
    La ringrazio infinitamente per la sua risposta……. in attesa del prossimo articolo.

    Anna

    • simonetta

      Reply Reply 26/05/2012

      Grazie Anna, mi rende molto felice il suo commento, in quanto mi piace vedere quante donne abbiano cura dell’aspetto del proprio marito/compagno, e’ indice di vero amore e affetto verso chi si e’ scelto come compagno di vita. Brava!
      Per il suo quesito, direi in linea generale che La giacca da abito puo’ essere indossata con pantaloni di un diverso colore, con o senza cravatta, ma non e’ facile fare il giusto abbinamento, senza commettere qualche errore stilistico, se a lei pare che l’insieme funzioni lo faccia pure, ma se nota ( faccio in questo caso appello alla sensibilità femminile, ben più spiccata, notoriamente di quella degli uomini) che qualcosa non la convince, lasci perdere perche’ probabilmente sembrerebbe un insieme un po’ improvvisato. Come consiglio sarebbe bene, al momento dell’acquisto di un abito, poter comprare due paia di pantaloni uguali per raddoppiarne la durata, in quanto il pantalone si usura molto piu’ rapidamente della giacca.
      La ringrazio nuovamente, ci sentiamo al prossimo articolo! Simonetta

  • Alessia

    Reply Reply 21/05/2012

    Finalmente una guida veramente completa sull’abbigliamento estivo maschile!
    La condividerò subito con i miei amici che ne saranno sicuramente soddisfatti!

    Grazie Camicia e Cravatta

    • simonetta

      Reply Reply 21/05/2012

      Camicia e cravatta ringrazia te… E spero che i tuoi amici ne traggano qualche consiglio utile… 🙂 Un bacio dalla tua mamma.
      Simonetta

Leave A Response

* Denotes Required Field