Una Settimana al Caldo: Cosa Un Uomo Deve Mettere In Valigia e Come Farla

Che sia una vacanza all’estero o semplicemente  a casa in estate si seguono le stesse regole di base, fino a quando il sole splende regolarmente e la colonnina di mercurio staziona sopra i 30 gradi.

Se non si indossano gli abiti giusti si passeranno le giornate a cercare locali climatizzati e passarci dentro la maggior parte del tempo e questo non è propriamente uno stile di vita molto avventuroso o vacanziero.

Attenersi sempre alle regole principali del vestire per il caldo (come spiegato in questo post) per essere a vostro agio, attivi, ed anche eleganti.

Se le vostre estati sono afose in generale perché vivete già in un posto caldo, non preoccupatevi questo articolo e’ stato scritto per dare alcuni consigli agli uomini che intendano fare una vacanza al caldo, ma andrà bene anche per chi al caldo ci vive, e resta a casa.

Biancheria Intima Traspirante

Le parti più calde del corpo sono le ascelle e l’inguine. Tenere al caldo queste parti d’inverno è l’ideale ma durante i climi estivi c’è da morire.

Scegliere biancheria intima che non trattiene l’umidità sulla pelle evitando così di procurarvi irritazioni cutanee.

Nell’abbigliamento Athletic si trovano ottimi prodotti  in misto  cotone / spandex con materiali sintetici progettati appositamente per rimuovere l’umidità, di solito reperibili sia in calzoncini boxer più larghi tipo quelli da boxeur, che più aderenti, nonché negli slip.

Se indossate biancheria intima di solo cotone, siate sicuri che sia abbastanza comoda e quindi non aderente alla pelle, perché in caso di sudore si appiccicherebbe al vostro corpo.

La biancheria intima per la parte superiore del corpo deve avere la stessa funzione, quindi, non trattenere l’umidità e lasciare traspirare.

Investite in una maglietta di qualità che assorbe il sudore ed evita alla vostra camicia di impregnarsi. Indossare una maglietta di questo tipo non aggiunge troppo calore per cui vale la pena investire qualche euro in più ,in quanto aiuta la pelle a rimanere asciutta e ben arieggiata.

Polo, Camicie Sportive, Maniche Corte o Maniche Lunghe?

C’è una vasta scelta per i climi caldi.

Ogni opzione appena elencata può andare bene.

Le T-Shirt, hanno delle cuciture spesse che raccolgono il sudore e aumentano il calore e non sono esattamente la prima scelta di un uomo che si voglia vestire con stile.

Se volete indossare una T-shirt, quando fa caldo, optate per quelle più aderenti, ovviamente solo se il vostro fisico ve lo permette. Siate onesti con voi stessi.

Negli Stati Uniti non si fa caso ad esempio se indossate una  camicia a maniche corte per comodità in estate, in quanto e’ una cosa comune e usuale.  
Altre mete estive europee possono essere meno indulgenti, infatti si vedono per lo più uomini con camicie a maniche lunghe e in Medio Oriente e nei Paesi Africani sono ancora più severi.

Prima di partire fate delle ricerche sul luogo e non pensate di rendere pubbliche le vostre pelose braccia a meno che non si faccia abitualmente in quel determinato posto.

Le Polo e le camicie a maniche corte sono appropriate per la spiaggia o per un abbigliamento casual durante il giorno.

Per la sera, per andare al ristorante o al disco club o per fare una passeggiata sul lungomare ricordatevi di mettere in valigia una camicia a maniche lunghe in popeline in una fantasia sobria o in tinta unita di un colore chiaro ed estivo.

Potete anche sbottonare i polsini e arrotolare le vostre maniche fino al gomito

stile uomo al caldo

Se durante il giorno la temperatura e’ molto calda sono consigliabili Polo in cotone, in tessuto che protegge dai raggi Uva come quelle proposte da Musto appositamente per gli sports acquatici, come la vela.  

Si chiamano EVOLUTION SUN BLOCK e sono di uno speciale tessuto  che  protegge dalle scottature quando il sole e’ a picco (SPF 30)

POLO SPF 30

Pantaloni: Cotone e Lino

In questo punto bisogna essere chiari: i pantaloncini sono solo esclusivamente per la spiaggia. Se indossate pantaloncini nelle città europee sembrerete un turista. In Asia, Africa e Sud America non vedrete mai nessuno in pantaloncini. Indossate pantaloni adatti a voi di un cotone leggero o in lino.
Assicuratevi che  il tessuto sia molto leggero (puoi leggere informazioni sui tessuti estivi  in questo post)

Il lino è molto leggero ed è molto morbido ma non rimane stirato come il cotone. 

pantaloni khaki

Scarpe e calze

Con il piede  asciutto, si evita il pericolo di contrarre qualche fungo che solitamente si sviluppa al caldo, chiuso e umido. Per i climi molto caldi i sandali possono andare bene.  Dei sandali di pelle resistenti andranno benissimo per la maggior parte delle situazioni.

I sandali vanno assolutamente indossati senza calze, anche se in alcune città europee è usuale vedere il sandalo indossato con la calza (Germania).
Come scarpa chiusa è consigliata la scarpa da barca.

Queste scarpe sono una sorta di mocassino di pelle con delle evidenti cuciture all’esterno e con lacci facili da allacciare, ideali in spiaggia, in barca per strada e ovunque ci sia un clima caldo.

Le scarpe da barca si consumano e sporcano in fretta quindi non devono essere lucidate ma magari può essere utile levare la sabbia e il sale raccolto  in spiaggia.

Per la sera un mocassino in pelle leggera, se la situazione non e’ formale, altrimenti un paio di scarpe da abito da indossare con delle calze leggere. Le scarpe da abito estive sono normalmente in colori chiari, e in questo caso la calza potrà essere del colore della scarpa.   

Cappelli:

Un buon cappello per l’estate ha bisogno di una tesa ampia, di un  materiale leggero trspirante.

I cappellini con la visiera (da Baseball) sono ottimi durante una lezione di golf, ma un cappello di paglia o in tessuto con un ampia tesa andrà bene in ogni situazione.

La forma del cappello deve valorizzare la vostra forma del viso.
Il cappello Panama bianco è sempre un classico ed esiste anche con  tesa  pieghevole che permette di metterlo in valigia senza rovinarlo.

Abito, Blazer e Giacca Sportiva

In teoria non ci sarà necessità di giacche quando fa caldo.

Abiti in colori chiari di lino o cotone andranno benissimo se pensate di trascorrere molto tempo in uno di questi posti molto caldi, altrimenti potete anche indossare de pantaloni in cotone con un blazer.

Un blazer blu  su pantaloni chiari è un abbigliamento comodo, classico e accettabile quasi sempre,  a livelli di formalità più elevata durante il clima caldo

Cosa Mettere in Valigia per una settimana al Caldo

La lista che troverete qui sotto è già un ottimo punto di partenza. Usate il vostro buonsenso e conoscenza del luogo, e scegliere cosa mettere in valigia a seconda del clima, l’ambiente sociale e l’attività che svolgerete.

Ricordatevi: valigia leggera, intelligente e di stile.

 valigia per uomo per una settimana al caldoConcludendo

Essere comodi è la cosa più importante da considerare quando si ci sta preparando per un viaggio in un paese caldo. Scegliere tessuti leggeri con colori chiari sarà la cosa migliore per mostrarvi eleganti e di stile.  

Appendete gli indumenti utilizzati durante la giornata, per farli respirare, prima di riporli. Evitate di indossare gli stessi indumenti per due volte consecutive

Come Fare La Valigia Per Non Trovare Tutto Stropicciato

Uno dei problemi principali quando si fa una valigia per un viaggio e’ quello di far stare gli indumenti nel minor spazio possibile ed evitare pieghe e stropicciamenti dei tessuti.

Questo dipende in gran parte dai tessuti, ad esempio i sintetici subiscono molto meno questo problema, ma anche il modo di impacchettarli e’ determinante.

Le grinze nei tessuti sono il risultato dello sfregamento degli uni contro gli altri, e la pressione aggrava il problema.

La comune pratica di piegare singolarmente i capi di abbigliamento per poi impilarli uno sopra all’altro e’ di solito la scelta peggiore che si possa fare quando si fa una valigia, in quanto causa sia pieghe che stropicciamento.

Nel corso degli anni molti consigli sono stati proposti per evitare il problema ma si sono rivelati per lo più inefficaci.

  • Il trucco suggerito di avvolgere ogni singolo capo in carta velina o in plastica riduce lo stropicciamento ma non il formarsi delle pieghe.
  • L’altro metodo invece che suggerisce  di arrotolare i capi di abbigliamento, riduce, e a volte elimina, le pieghe ma spesso i capi si stropicciano di più

Esiste una tecnica alternativa, che si avvicina  al risultato ideale. Questa comporta l’avvolgimento accurato dei capi intorno ad un oggetto che funge da nucleo centrale che riduce notevolmente la possibilità del formarsi delle grinze.

Ci sono molti particolari a cui badare quando si svolge questa tecnica, per questo, oltre ad aver cercato di spiegarla (cosa non facile) ho allegato anche una guida illustrata che potrà fare da base per comprendere meglio.

Di seguito potete scaricare una sintesi di come funziona il procedimento per fare la valigia ed evitare di trovare tutti i capi stropicciati.

In Insider Club Scarica: “Tecnica Per Fare la Valigia (…E non trovare tutto stropicciato..)” con Guida Illustrata (solo per soci)

 


About Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,
About The Author

Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,

Facebook

4 Comments

  • Luca

    Reply Reply 19/06/2012

    Estate. Inizia il festival del cattivo gusto… Sabato, dopo innumerevoli weekend i giro per lavoro, mi sono trovato ad un tavolo di un locale con dei miei amici… Ero l’unico ad avere i pantaloni lunghi e sono anche stato criticato perché è estate!!! Scusa per lo sfogo, ma fa parte della mia crociata contro i pantaloni corti!!! Sono orribili, quasi peggio della gente che gira per strada in pile d’inverno!!!
    Ciao Simonetta, sempre complimenti per i tuoi consigli precisi e mirati:)

    • Grazie Luca sfogati pure sai bene quanto ti capisca, e tutto sara’ d’aiuto a coloro che almeno abbiano intenzione di cambiare finalmente le loro abitudini!

  • Luca

    Reply Reply 19/06/2012

    Complimenti, articolo molto bello (come tutti gli altri). Il miglior blog!

Leave A Response

* Denotes Required Field