Guida All’Abbigliamento Maschile Per Affrontare il Freddo

Per ripararsi dal freddo la chiave e’ coprirsi a strati. Tempo fa avevo letto un interessante articolo che voglio riproporre.

Coprirsi a strati significa indossare multipli strati di capi di abbigliamento uno sopra all’altro.
Molti strati leggeri vi terranno più al caldo che uno solo  molto pesante, in quanto l’aria viene intrappolata in mezzo ad ogni strato e  riscaldata dal corpo e vi avvolge come uno scudo termico autogenerato che  isola dal freddo.

Naturalmente alcuni capi di abbigliamento svolgono meglio di altri questo lavoro, ed inoltre bisogna fare in modo che sovrapponendo  più capi di abbigliamento non si risulti  infagottati assomigliando così  all’ Omino Michelin ed avere i movimenti limitati.

2

Bisogna avere  il capo giusto per ogni livello di strato per ottenere l’isolamento ideale e la protezione al freddo.

Gli esperti suddividono questa “stratificazione” in tre sezioni:

1) lo strato di base
2) lo strato isolante
3) lo strato esterno

Vediamo nel dettaglio ogni singolo strato.

Strato di Base

Questo e’ l’indumento che e’ a contatto con la pelle ed quello che provvede principalmente  a fornire il primo strato di isolamento ed assorbire sudore ed umidità.
Stare caldi e svolgere attività allo stesso tempo potrebbe produrre sudore occasionalmente, e il sudore potrebbe diventare fastidioso se non si e’ vestiti in modo appropriato e quindi bisogna fare in modo che esso possa evaporare e allontanarsi dalla pelle.

L’umidità sulla pelle, quando fa freddo, e’ micidiale in quanto produce una rapida perdita di calore e quindi bisogna essere sicuri  di indossare qualcosa che sia a contatto con essa e sia in grado di liberarla  dal sudore.

Esistono degli indumenti drenanti, che vengono realizzati con delle moderne fibre sintetiche che permettono la traspirazione della pelle e la mantengono calda la contempo e vengono comunemente chiamati “termiche”.
Gli indumenti per lo sport e specifici per le basse temperature sono i migliori in quanto sono realizzati per far traspirare la pelle e risultano sottili e leggeri allo stesso tempo. Non aggiungono volume e se, nella giusta vestibilità, sono estremamente flessibili.

3

Le mani ed i piedi hanno bisogno di essere coperti, e in questo caso,  diventano indispensabili i calzini  Liner che vengono forniti da quasi tutti i marchi per lo Sport, che sono una sorta di fantasmino, da indossare sotto alla calza normale per tenere il piede caldo e asciutto.
Se il freddo  e’ molto pungente si possono inserire, sotto ai guanti normalmente utilizzati, dei guanti “Liner” sottilissimi che aggiungono protezione ed ulteriore calore.

4

Lo strato isolante

Lo scopo dello strato isolante e’ quello di intrappolare il calore

Le fibre naturali come piume d’oca e lana hanno eccellenti proprietà isolanti. Forniscono molto calore e sono abbastanza leggere, e sono importanti in certe situazioni in cui si richiede maggiore attività fisica a basse temperature  come lo sci o le escursioni.

La lana può assorbire umidità per  il 30% del suo peso e continuare a  fornire calore anche quando bagnata. Il piumino d’oca perde la sua efficacia quando bagnato ma generalmente e’ più leggero ed ha proprietà isolanti migliori della lana.

5

I maglioni in cachemire e angora  sono alcune delle opzioni di abbigliamento che forniscono il maggior calore in situazioni di freddo intenso.

Un maglione di buona lana con una camicia di cotone fornisce uno strato isolante funzionale adatto anche al freddo  intenso  cittadino.

La proprietà migliore del Pile e ‘ quella che continua a isolare anche  quando e’ bagnato, ma offre poca protezione dal  vento almeno che non si indossi  uno strato al di sotto in tessuto fitto che non faccia passare aria.
Questa e’ l’ opzione  meno costosa fra quelle disponibili per gli strati di isolamento.

Pantaloni spessi in lana o in pile forniscono il miglior isolante per le gambe. Sono estremamente caldi.

I jeans forniscono invece  minori proprietà isolanti.

Gli uomini che vivono e lavorano in zone molto fredde, si tengono alla larga dai jeans a meno che non siano foderati con uno strato isolante al loro interno.

Strato esterno

Lo strato esterno e’ quello che funge da corazza per mantenere gli strati interni protetti dalle intemperie. E’ composto normalmente da un unico strato non necessariamente isolante.

La funzione più importante dello strato protettivo e’ quella di combattere l’aria e fare scudo al vento. Deve essere anche traspirante per consentire all’umidità di evaporare al di fuori, in modo che il sudore non rimanga stagnante all’interno.
Quindi lo strato più esterno per svolgere questa funzione dovrebbe essere resistente all’acqua ma non completamente impermeabilizzato.

Solitamente questi indumenti, se sono stati realizzati seriamente e unicamente per questo scopo non hanno fogge di stile o alla moda.

6

Giacca  Nike Vapor
Windrunner tessuto Storm-FIT

Se il vostro bisogno primario e’ quello di un abbigliamento business o elegante che fornisca anche calore, esistono cappotti in lana trattata che hanno uno strato antivento o in GOR-Tex o materiali simili.

Lo strato esterno comprende anche la protezione per piedi,  mani e testa. Un paio di guanti  adatti alle intemperie, ed un berretto di lana sono il minimo della protezione.

Aiuteranno anche una sciarpa ed un paio di scarponcini invernali.

Scarponcini da trekking impermeabili funzionano fino ad un certo punto, ma per il reale tempo gelido la miglior cosa sono degli scarponcini invernali  foderati in fibra naturale isolante e suola spessa.

Le vostre precise esigenze

Si ci riparera’ dal freddo utilizzando un tipo di abbigliamento diverso  a seconda della situazione: infatti sara’ diverso se si ci deve attrezzare per il freddo di una settimana in montagna a sciare o da quello cittadino per andare a lavorare quando occasionalmente la temperatura scende sotto allo zero.

Temperature Fredde e Attività Fisica

7

Gli appassionati di sport invernali hanno bisogno di un attrezzatura leggera ed isolante e resistente alle intemperie.
Se si esercita jogging si potrebbe anche evitare di indossare lo strato esterno poiché la temperatura corporea rimane elevata e la massima traspirabilità, in questa situazione, e’ la chiave per la comodità.

Questo naturalmente vale per coloro che  terminata la loro attività possono immediatamente ripararsi in un caldo rifugio. Per tutti gli altri sara’ necessario lo strato esterno.

Gli equipaggiamenti High-Performance per attività all’esterno son i migliori.  Fibre sintetiche in grado di fornire maggior leggerezza e facilita’ di movimento piuttosto che pesanti lane o piumini.

Due o tre strati sottili di magliette calde e leggings sono l’ideale, una fascia per la testa isolante e guanti a prova di tempo.

Potrebbe essere necessario uno strato esterno anche in situazione di esercizio fisico all’esterno per essere indossato nel periodo di inattività, ad esempio per spostarsi con i mezzi , per poi essere rimosso quando inizia l’attività.

Temperature Fredde senza Attività Fisica

8

Gli uomini che stanno seduti per lunghi periodi hanno bisogno di un attrezzatura più incentrata sulla funzione per intrappolare calore e meno sul fattore traspirazione.

L’equipaggiamento per il vero freddo,  per le persone che stanno fuori tutto il giorno ma non esercitano attività intensa, si basa su sottili strati isolanti ed una copertura a adatta alle intemperie. Se l’acqua non e’ una preoccupazione, un piumino con uno leggero strato di lana al di sotto sara’ perfetto.

Saranno necessari anche più strati su mani e piedi. Due paia di calze di spessore differente, uno più interno traspirante e leggero ed uno più pesante all’esterno per mantenere i piedi caldi
Dei guanti sottili dovrebbero essere indossati sotto ad un paio di guanti normali più spessi, che possono essere rimossi in caso di utilizzo delle mani per qualche lavoro, e continuare ad avere le mani al caldo

FREDDO E ABBIGLIAMENTO BUSINESS

Principalmente i lavori in ufficio non richiedono di passare troppo tempo all’esterno .  Ma se volete essere vestiti bene avendo superato i vent’anni, come dovreste vestirvi quando fa freddo?

Gli strati come al solito sono la chiave.

Indossate la vostra camicia e cravatta sopra ad una maglietta termica a maniche lunghe  in cotone.

Un maglione sottile (cashmere da’ calore mentre rimane leggero e compatto) può essere indossato sopra la camicia e sotto una giacca  in lana pettinata pesante con pantaloni in lana.

9

fonte: Art Of Mainless

Indossare un cappotto pesante e se il freddo e’ estremo considerate  quelli trattati con DWR (durable water repellant), GOR-TEX o cappotti simili.

Calze sottili in fibre  miste  high performance  si trovano in molti negozi da camping e sono disponibili anche nei colori conservativi, e possono essere indossate benissimo sopra ad un calzino “liner” con le vostre scarpe business.

L’importanza del tipo di vestibilità

La giusta vestibilità e’ importante sempre,  ma in inverno ancor di più in quanto bisognerà ottenere dai diversi capi stratificati libertà di movimento, calore e riparo.

Lo strato di base deve essere vicino il più possibile al corpo. Deve assorbire il sudore  e quindi deve essere a stretto contatto con la pelle per svolgere questa funzione. I migliori capi di underwear che svolgono questa funzione hanno spesso del materiale stretch in essi che permettono una bella aderenza.

Lo strato isolante deve essere formato dal più sottile al più spesso e deve essere più largo di quello di base.
E’ consigliabile indossare più strati quando andrete a comprare  giacche invernali pesanti ed altri indumenti isolanti, per assicurarvi che si adattino bene su tutti gli altri strati che indosserete in caso di reale freddo.

Vi dovrebbe essere un po’ di lasco tra lo strato esterno e quelli isolanti. Lo strato esterno che funge da corazza protegge dai flussi d’aria e anche dal bagnato, un capo resistente all’acqua  non completamente impermeabilizzato e che non resti pressato su gli indumenti al di sotto di esso,  ha più probabilità di riuscita in questa funzione.

Indumenti Invernali Per Combattere Il Freddo.

Copricapi

Fasce isolanti per gli esercizi fisici. Cappellini in lana per il tempo freddo se si svolgono attività limitate. Un paio di Passamontagna (anche se non sono elegantissimi…. )per i più freddi e ventosi giorni, il ricambio e’ necessario, dal momento che perdono la loro efficacia quando bagnati e si deteriorano facilmente per il contatto con  il continuo respiro.

Occhiali

importanti per la protezione dal vento che può far lacrimare gli occhi e congelare le ciglia. Lenti scure saranno necessarie se c’e’ molta neve e sole.

Sciarpa

Vitale per la protezione dal vento. Sempre averne una legata sotto lo strato esterno.

Parka

Grande per isolare dal freddo come indumento corazza  lungo al ginocchio o anche al di sotto.  E’ un  intenso strato esterno. Ingombrante ma molto efficace. Ha un cappuccio che fornisce maggiore protezione dal freddo alla testa e dalla pioggia.

Giacca da Sci

una giacca isolante che arriva alla vita fatta di tessuto resistente all’acqua. Piu’ sottile e leggera del parka,  abbastanza versatile.

Impermeabili

Indumenti leggeri fatti di tessuti trattati che fermano vento e acqua  ma riparano poco o per niente dal freddo. Utili come leggera protezione da indossare su uno strato piu’ spesso isolante.

Maglioni

Uno strato isolante standard. La lana naturale quando ricoperta con la sua lanolina diventa una barriera ed e’ estremamente durevole e resistente all’acqua. Mentre la lana cachemire rende l’indumento piu’ leggero di peso provvedendo ad una buon isolamento.

Performance Pile

Eccellente per gli esercizi a temperature fredde. Molto traspirante, ma non antivento e tende ad essere ingombrante.

Pantaloni di lana

Utili sia come capo elegante che anti freddo. Le lane più spesse aggiungono calore e possono trattare maggiormente l’ umidità.

Pantaloni foderati in flanella o felpati

Abbastanza comuni come pantaloni da lavoro aggiungono uno strato isolante e funzionale ai  pantaloni normali. Praticamente inutili quando bagnati

Stivali da neve

Sono stivali morbidi con suola flessibile e isolamento interno. Di solito impermeabili

Calze di lana

Lo strato vitale per i piedi. Possono essere abbastanza sottili in tessuto misto, ma l’imbottitura che fornisce una lana più spessa aiuta ad intrappolare più aria e fornire maggior  calore.

Calze liner

calze sport  solitamente in cotone, poliammide ed elastan da indossare sotto la calza usuale. Utili per drenare l’umidità.

Biancheria intima lunga:

in lana o cotone e lana  fa una differenza enorme per tenere al caldo le gambe.

Biancheria intima

magliette performance del tipo sport ad alta traspirazione sono preferibili alle normali canottiere di cotone normale che intrappolano l’umidità e fanno rimanere umidi.

Guanti Liner

guanti sottili a calza da indossare sotto i guanti spessi o muffole come strato aggiuntivo

Guanti da sci

Guanti con imbottitura isolante resistenti agli agenti atmosferici

Muffole

Possono essere come i guanti da sci in materiale isolante  imbottito o di pelle foderati in pelo per tenere la mano calda, in questo caso proteggono poco dall’acqua.

Se vivete in zone particolarmente fredde e volete aggiungere qualcosa che ho dimenticato, o le vostre personali strategie d’abbigliamento per combattere il freddo, sarò felice di leggervi e sarete d’aiuto agli altri lettori.


About Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,
About The Author

Simonetta Zamperlini

Digital Style Coach - Esperta In Strategia Dell'Immagine Maschile - Personal Stylist Maschile - Blogger aiuta gli uomini ad ottenere più fiducia, più relazioni e più possibilità di raggiungimento obbiettivi insegnando loro come vestire per comunicare il giusto messaggio, dal 2010. Creatrice di camiciaecravatta.com, corsi e manuali mirati allo stile ed eleganza maschile,

13 Comments

  • Gabriele

    Reply Reply 03/12/2016

    Ciao, Simonetta! 🙂

    Qualche consiglio su come indossare il berretto in lana e capire se è del giusto fit?

    Ne vorrei prendere uno per ripararmi la testa dal freddo, sono indeciso se optare per il colore grigio medio o il blu navy (anche se quest’ultimo mi invoglia di più)…Qual’è la scelta migliore per quanto riguarda la versatilità?

    • Entrambe vanno bene . Cerca di creare magari un po’ di contrasto vale a dire se per esempio hai cappotto grigio vai per il blu e viceversa. Ma sia grigio sia blu vanno proprio con tutto. A presto S
      Z

  • bobo

    Reply Reply 30/08/2013

    Mi piace tanto questa Giacca Nike Vapor, ho trovato una da running a un prezzo abordabile:

  • Gianluca

    Reply Reply 30/01/2013

    Salve, vivo in una città del Sud, calda, quindi d’inverno solitamente porto una maglia di lana con sopra un cardigan pesante. Volevo sapere se è possibile indossare al di sopra di essi un soprabito (cappotto, montgomery o semplice giubbotto) quando il freddo si fa più intenso. Perdoni la mia ignoranza, sono molto giovane e solo recentemente sto cominciando ad avvicinarmi ad abbigliamento che non sia felpa e jeans. Saluti

    • Ciao Gianluca, non ti devi scusare ci mancherebbe se posso darti una mano ben volentieri. Certo che puoi indossare un capo a copertura del tutto. L’importante e’ che sia abbastanza comodo per ospitare quello che hai al di sotto. Il sovraporre gli indumenti, se fatto bene, e’ anche un modo di creare un certo stile magari giocando con l’abbinamento dei colori e delle fantasie. A presto. SZ

  • niko

    Reply Reply 12/01/2013

    salve, volevo sapere se in inverno potrebbe essere una scelta giusta utilizzare un trench “estivo”, magari sopra un maglione o ad un’abbigliamento più pesante che sopperisca la carenza del trench…

    saluti

    • Bisognerebbe vedere l’insieme e il tipo di trench. Se e’ in materiale tecnico non ci sono problemi, se e’ in cotone leggerissimo risulterebbe forse un po’ troppo inadeguato. Ma ripeto dovrei capire esattamente come e’ questo trench estivo. SZ

  • Andrea

    Reply Reply 05/12/2012

    Io vivo a Roma e non fa freddissimo, ma la mattina quando esco di casa tremo (sono uno freddoloso). Questi giorni mi metto una maglietta maniche lunghe aderente ed elasticizzata, sopra mi metto una polo a maniche lunghe o una maglietta, sopra mi metto un maglione e sopra ancora un giubotto. Non soffro il freddo ma non mi piace molto, vorrei sostituire il maglione a qualcos’altro. Infatti ne ho solo uno buono, gli altri risultano ingombranti. Avevo pensato a qualche cardigan in lana, cos’altro posso mettermi?
    (ovviamente indosso anche sciarpa e guanti).
    Il mio problema è che non sono fisicamente minuto, anzi sono molto muscoloso ma non sono altissimo (1.75). Mi sento molto ingombrante con un maglione, specialmente quando mi tolgo il giubotto che tengo sempre aperto.
    Vorrei poter mettere qualcosa che tolto il giubotto posso tenere aperto.
    (ho 18 anni).

    • Per le camicie e magliette vale quanto detto. Se le magliette sono girocollo le porterai girocollo se invece indossi le polo, le magliette dovranno essere a v per non spuntare dall’apertura. Normalmente le tshirt o le polo non sono trasparenti. Se le tue lo sono ti conviene scegliere quelle normali in un buon cotone per le tshirt ed un buon pique per le polo come ad esempio la Lacoste

      Esistono delle magliette tinta carne ma non mi sembrano molto affascinanti su un uomo. Il consiglio e’ quello di orientarti su tessuti per camicie meno trasparenti ma inevitabilmente piu’ pesanti. Ad esempio l’oxford e’ meno traasparente di un popeline o di zaphir.

      Sceglile liscie complete, senza cuciture troppo grossolane sulle maniche e sullo scollo e ben aderenti e traspiranti.

      A presto sz

  • Anna

    Reply Reply 08/11/2012

    Il mio fidanzato ha scoperto (grazie a me) l’importanza delle sciarpe! Dopo avergli regalato questa in lana leggerissima http://glamourchoice.com/products/sciarpa-luisa-brini-stampa-carta-dindipendenza non se ne separa più, la usa anche quando va in scooter!

  • Gian Marco

    Reply Reply 05/11/2012

    Per quanto poco “sexy”, anche una calzamaglia che copra fino alla vita può tornare utile e invisibile

Leave A Response

* Denotes Required Field