Soldi e Stile: Bonton del Denaro e Come Pagare il Conto al Ristorante e Le Mance

euro

E’ decisamente poco elegante parlare di soldi in quanto la buona educazione vorrebbe che sull’argomento ci fosse la massima discrezione, ma per coerenza con i tempi in cui viviamo non posso non considerare cio’ che è indubbiamente uno degli elementi più importanti della nostra esistenza.

Il denaro in passato era un argomento che non veniva mai trattato, dai poveri in quanto non ne avevano, e dai ricchi, in quanto come detto, chi era ricco davvero, non aveva bisogno di parlarne.

Oggi l’argomento soldi è il grande protagonista della vita di tutti, sia esso più o meno posseduto, o più o meno desiderato.

Una cosa è certa, il denaro e’ sempre troppo e troppo spesso molto esibito. Si rivela subito una persona che ha una normale e di lunga data abitudine e attitudine ai soldi, proprio dal fatto che lo esibisce molto poco.

I soldi sono indispensabili è indubbio, ma solo quelli che chiamiamo comunemente “arricchiti” ne fanno uno strumento di distinzione convinti di innalzare un muro che nasconda per sempre od elimini del tutto la loro condizione economica del passato.

arricchito

Il denaro serve per acquistare le cose necessarie e tutto quello che serve, che varia da individuo ad individuo  a seconda dei loro desideri.

Ad ogni modo credo che non faccia mai male ricordarsi in generale, sia che se ne abbia molto sia che se ne abbia meno, che:

essere generosi con il portafoglio non vuol dire assolutamente essere generosi di sentimenti;

i soldi possono riuscire anche a comprare un po’ d’amore, materiale, ma non per questo fanno una persona migliore capace di attrarre i buoni sentimenti degli altri;

precisare l’alto prezzo che si e’ pagato un oggetto, non ne aumenta il valore;

se dimenticate il portafogli a casa non è un dramma, succede; ma dimenticarsi di scusarsi per l’accaduto e’ da maleducati;

giudicare le persone solo in base ai loro soldi, o bellezza, intelligenza eccetera, fa di voi dei contabili della vita. Molto meglio godere delle belle cose che si possono avere piuttosto che contare quelle degli altri;

chiedere il prezzo si può, non e’ da cafoni ma oggettivamente realistico, sentirsi indignato silenziosamente, se spropositato, e’ assolutamente legittimo, essere polemici e lamentarsene dopo e’ assolutamente e noiosamente inutile;

non farsi trascinare emotivamente dal mito della simpatica canaglia dei romanzi o dei film: cioè colui che che e’ indebitato fino al collo ma che conduce una vita brillante, l’essere puntuali nei pagamenti è la vera signorilità.

aaaaagtt78890mj ,

PAGARE IL CONTO AL RISTORANTE

Una situazione in cui si possono avere delle cadute di stile e’ quando si ci trova a dover pagare un conto, ad esempio al ristorante  se avete invitato qualcuno a cena o a pranzo.

La prima cosa da evitare e’ quella di leggere e rileggere il conto controllando con minuziosa scrupolosità ogni sua voce. La cosa migliore e’ quella di dare un’occhiata veloce al totale, in ed inserire il denaro o carta di credito o bancomant, in modo discreto, nella cartella che vi e’ stata consegnata dal cameriere contenente il conto stesso, o se la cartellina non e’ presente, inserire i soldi senza contarlo ripetutamente ed inserirlo nel foglietto del conto che piegherete in due.

 

 pagare il conto al ristorante

I soldi pretendono sempre discrezione.

Se il totale del conto vi sembra spropositato, non fate scenate al cameriere, ricordate che lui non e’ il responsabile e sta solo svolgendo il suo lavoro, eventualmente, scusatevi con il vostro invitato o invitati, alzatevi e andate alla cassa per avere dei chiarimenti.

Una volta pagato il conto evitate di lamentarvi dell’alto prezzo pagato, con i vostri invitati, e alla stessa maniera, di commentare l’eventuale economicità del locale: in tutti i due i casi i vostri invitati capirebbero di avere scarsa considerazione da parte vostra.

LE MANCE

E’ sempre bene sempre lasciare la mancia al  cameriere.
Non e’ umiliante per la persona che la riceve, la vera umiliazione puo’ nascere solo quando lasciate alla persona che vi ha servito solo pochi centesimi.

Dalla carta delle mance intorno al mondo per i viaggiatori, che trovate qui sotto, viene consigliata in Italia, la mancia del 10% sul totale del conto (pare invece che i gondolieri a Venezia non si aspettino mance).

click sulla mappa per lo zoom, dopo potete ingrandirla cliccando sul quadratino in alto a destra

carta della mance del viaggiatorese non riuscite a visualizzarla la trovata al lin originale

http://www.mint.com/blog/goals/tipping-abroad-03022011/

Inoltre ricordatevi, che se lasciate una buona mancia,  chi la riceve si ricordera’ di voi e sara’ pronto a offrirvi un servizio migliore le volte successive.  

 

 

Ti Potrebbe Interessare

outfit estate

Facebook

4 Comments

  • Per me è difficile non parlare di soldi. E’ uno dei miei argomenti preferiti. Sono d’accordo con tutto quello che hai detto e non potrei mai fare quelle scenate che hai descritto, anche se dovessi spendere tutto il mio patrimonio per una cena, però forse non a cena, ma altrove il discorso dei soldi dovrebbe essere preso in considerazione di più. Se ci fosse più cultura riguardo a questo e non fosse un argomento di cui è meglio non parlare, forse ci sarebbero meno persone che si lamenterebbero che qualcosa costa troppo e meno arricchiti.

    I soldi sono una parte della vita come lo è l’amicizia, l’amore e la salute. Forse è solo l’approccio al discorso denaro che dovrebbe essere fatto in modo diverso per rendere elegante l’argomento. 🙂 Non saprei.

    • simonetta

      Reply Reply 27/02/2012

      Caro Alex, infatti il mio discorso era strettamente legato a quel tipo di occasione. Lo sai bene, anche perchè un po’ mi conosci, che il mio blog vuole essere solo un luogo di intrattenimento leggero e spensierato, e mai e poi mai si inoltrerebbe in riflessioni impegnate in particolar modo su questo argomento. Lascio a te questo compito :-), che peraltro sai svolgere egregiamente sul tuo blog. Un abbraccio. Simonetta

  • Stefano

    Reply Reply 27/02/2012

    Non mi pare che in Italia sia troppo legale lasciare mance che poi di sicuro non vengono dichiarate nei redditi….

    • simonetta

      Reply Reply 27/02/2012

      Stefano al riguardo ho letto un bell’articolo de “La Repubblica” , sulla caccia alle mance dei camerieri da parte del fisco che in effetti metterebbe questa usanza al limite della legalità. Certo e’ che qualcuno ha percepito più di mance che di stipendio.

Leave A Response

* Denotes Required Field