Indossare Un Orologio da Tasca

indossare un orologio da polso

Indossare un orologio da tasca e’ sicuramente un modo per distinguersi, e, se stai pensando di indossarne uno è bene conoscere alcune cose che possono essere utili per la scelta.

Quindi anche per soddisfare alcune richieste che mi erano giunte da qualche lettore, ho pensato di scrivere questa breve guida.

Innanzitutto trattandosi di un accessorio che sicuramente attira l’occhio e che fa una dichiarazione forte sul tuo stile e personalità, la principale cosa da tenere a mente è quella di cercare di evitare pacchianate.

Se il vostro orologio non è un pezzo antico o anche semplicemente un ricordo del vostro nonno, cercate un orologio  semplice e gradevole di aspetto e se vi piacciono le incisioni, evitate di farvi incidere sopra tutta la storia della vostra vita.

guida all'orologio da tasca

Puoi trovare gli orologi da tasca  in diversi materiali, dall’oro, all’argento, all’acciaio ed anche di plastica. A parte l’ultima opzione, la scelta ovviamente dipenderà dai tuoi gusti, dal tuo stile e dal tuo budget ma, eventualmente, cerca di preferire quelli in acciaio a quelli solo placcati oro o argento, in quanto scoloriranno con l’usura. Personalmente ritengo che, nel caso tu non ne possegga già uno d’oro,  la scelta fra acciaio o argento sia la più versatile in quanto si abbina bene  anche ai look più casual.

Non è obbligatorio spendere un patrimonio per un orologio da tasca, in quanto si tratta di un accessorio che ha già qualcosa da raccontare avendo una sua lunga storia alle spalle, almeno ché tu non preferisca qualcosa di più tecnologico  come questo:

orologio da tasca tecnologico

Orologio da Tasca A Led Kisai-Rogue

Fatte tutte le raccomandazioni del caso 🙂 entriamo un po’ più nello specifico, senza pero’ addentrarmi in particolari tecnici, in quanto eventualmente potete far riferimento a vari forum di esperti sull’argomento, che si trovano nel web.

La Catenella Dell’Orologio Da Tasca

Gli orologi da tasca, come si intuisce dal nome, vanno portati dentro ad una tasca, generalmente quella del gilet, per cui sarà bene dotarsi di una catenella da agganciare sia all’orologio che al capo indossato, in modo che non scivoli via. Questo potrebbe sembrare abbastanza ovvio, ma non è detto che tutti gli orologi da tasca abbiano in dotazione una catenella, per cui dovrà, eventualmente, essere acquistata a parte.

In questo caso attenzione sia al colore della catenella, che dovrà essere in sintonia con l’orologio (oro con oro , argento con argento tanto per intenderci) ma anche al peso della stessa che dovrà essere in grado di sorreggere l’orologio ma non troppo pesante, da piegare l’asola a cui la fissate.

Anche la lunghezza ha la sua importanza. Assicuratevi che la catenella sia lunga abbastanza da permettere all’orologio di essere riposto nella tasca desiderata, partendo dal punto in cui vorrete fissarla.

Se già possedete un orologio da tasca con catena molto corta, niente panico. Potete vedere la soluzione nell’immagine successiva.

catenella corta orologio da tasca

Tipi di catenelle per orologio da tasca

Alcune prevedono un ulteriore aggancio per  appendervi  un elemento decorativo, tipo un ciondolo, che  sono conosciute con il nome di “Albert Chains”. Fu il Principe Alberto, infatti, a renderle popolari in quanto era solito indossare delle catenelle d’argento fissate ad un’asola creata appositamente in verticale sul suo gilet, alle quali spesso agganciava anche  il suo orologio da tasca. (vedere immagine sotto)

Catenelle per orologio da tasca

Come potete vedere esiste anche la versione doppia, che utilizza entrambe le tasche sui due lati opposti. La versione Double Albert  è sicuramente meno versatile in quanto più appropriata all’abito tre pezzi.

catenella double Albert

Il ciondolo non è un elemento obbligatorio ma può essere un ulteriore elemento di personalizzazione, specialmente se volete fare dell’orologio da tasca parte essenziale del vostro look distintivo.

Per quanto riguarda il metodo di fissaggio della catenella al capo indossato, esistono quattro opzioni principali. La scelta dipende esclusivamente dal tipo di capo d’abbigliamento a cui volete agganciarla.

OPZIONE1

La più comune è una ‘barra a T’, adatta a capi che abbiano delle asole, quindi opzione perfetta se vuoi indossare il tuo orologio da tasca con un gilet od una giacca. Questa è l’ opzione da preferire per abbigliamento elegante e formale, ma può essere utilizzata anche con abbigliamento casual

Si tratta di  una semplice barretta cilindrica sottile che viene inserita nell’asola, rimanendo nascosta all’interno. (Vedere immagine sotto)

come agganciare catenella orologio taschino

OPZIONE 2
Un’altra opzione è la chiusura a clip  decisamente più adatta ad essere agganciata ad una cintura, ad esempio, anche se nulla vieta di utilizzarla per un gilet o giacca. In quest’ultimo caso, però, bisognerà fare attenzione che la clip rimanga nascosta, per cui:

  1. agganciare la clip al lembo di giacca o gilet dove sono cuciti i bottoni
  2. rimuovere l’orologio dalla catenella
  3. far passare la catenella dall’interno attraverso l’asola del lembo opposto di giacca
  4. abbottonare la giacca
  5. riagganciare l’orologio alla catenella
  6. inserire l’orologio in tasca

Più semplice invece fissare la clip alla cintura. (vedere i due casi nelle foto sotto)

aggancio a clip

OPZIONE 3
La terza opzione è la chiusura a moschettone che può essere agganciata agevolmente ai passanti dei pantaloni  o della cintura.

chiusura moschettone orologio da tasca

OPZIONE 4
La quarta opzione e’ data da un semplice anello (come quello dei porta-chiavi) che si può agganciare ad un bottone del gilet o della giacca (anche qui la catena dovrà essere agganciata al bottone prima di abbottonarlo, in modo che non si veda, e far passare la catenella dentro all’asola dall’interno) oppure si potrà utilizzarlo per fissare la catenella ai passanti del pantalone.

come indossare l'orologio da tasca

Come Indossare Un Orologio Da Tasca

Idealmente, l’orologio da taschino si dovrebbe indossare con un gilet ma se non si indossa un gilet vi sono altre soluzioni:

  • Puoi fissare la catenella ad un passante dei pantaloni e far scivolare l’orologio in tasca
  • Puoi fissare la catenella all’asola della giacca e riporlo nel taschino al posto della pochette.
  • Con uno spezzato o su di un abito a due pezzi; non occorre per forza il tre pezzi.
  • Puoi indossare jeans, camicia bianca  gilet casual  e orologio da taschino, e perché no, potresti anche inserirlo nel taschino del tuo  giubbotto  di jeans.
  • ..E naturalmente con lo smoking se indossi anche il gilet. Darà un po’ di luminosità ai due capi sovrapposti entrambe neri.  

Cerca di essere creativo.

Ricorda solo che il quadrante dovrà essere rivolto verso di te per riuscire a vedere l’ora più agevolmente

In quale tasca, destra o sinistra,  a tua discrezione secondo praticità. Come per l’orologio da polso.

La chiave per indossare un orologio da tasca è: nonchalance! Indossalo e dimenticalo, come faresti con l’orologio da polso.

Estrarlo dalla tasca ogni due secondi per guardare l’ora oppure giocherellare con la catena tutto il tempo  non ti farà sembrare molto disinvolto.

Se invece fai parte di quella schiera di uomini o ragazzi, che non possono fare a meno del loro smartphone anche per guardare l’ora…. puoi anche tu possedere il tuo personale orologio da taschino; ci pensa questa App. 🙂

app

Pocket Watch App Per Iphone

Facebook

16 Comments

  • Emilio Marco

    Reply Reply 06/02/2017

    Orologi da polso,ne posseggo tre molto ( per me ) belli ,come posseggo ( regalatomi ) uno da tasca,”alternandoli”secondo i bisogni,ma se devo essere sincero quello da tasca fa un’altro … figurone !!

    Grazie Simonetta per i preziosissimi consigli

    • Ma figurati Marco Emilio – Grazie a te per essere così attivo tra le mie pagine e di seguirmi sempre. A presto. Simonetta

  • Marco

    Reply Reply 24/03/2015

    Cara Simonetta, io distinguo i panciotti (intesi come quelli che fanno parte anche dei completi) dagli smanicati (gilet trapuntati) e dai gilet propriamente detti, cioè quelli in lana pettinata o cachemire, ecc.
    Dando per scontati i primi e escludendo a priori i secondi, come vedi l’orologio da taschino con gli ultimi? Naturalmente non prevedo l’utilizzo contemporaneo di giacche di alcun tipo.
    Grazie mille

    • Ciao Marco, la tua distinzione e’ precisa. Non la vedo male, purche’ gli orologi siano di dimensioni tali da non modificare la linea del gilet. Sono sempre dell’idea che tutto si possa fare se fatto in maniera armoniosa e soprattutto in modo naturale e cioè perfettamente corrispondente al proprio stile. Scusa il ritardo della risposta. Faccio il possibile…. per rispondere a tutti…. A presto. sz

  • Max

    Reply Reply 18/03/2015

    Ciao a tutti; rimango dell’idea che portare l’orologio da tasca non sia semplice e alla portata di tutti e non mi riferisco al costo in se dell’orologio. Personalmente ritengo sia più adatto a uomini non più giovanissimi con abbigliamento classico di qualità e rigorosamente con gilet.

    Inoltre, domando: indossare l’orologio da tasca non dovrebbe escludere di portare quello da polso? Nella foto della “opzione 3” si nota un uomo con orologio da tasca e da polso… non è: o l’uno o l’altro!?

    Per quello che mi riguarda, ritengo un orologio da polso sia automatico che al quarzo, magari un modello un pò sfacciatello e meno inflazionato (come gli stravisti sia veri e che repliche di “R”) più adatto ai ragazzi/uomini giovani dall’abbigliamento fashion.

    • Ciao Max, ti ringrazio per il tuo contributo. Solo una precisazione: l’immagine a cui ti riferisci puo’ essere fuorviante, ma l’ho pubblicata solo per mostrare l’aggancio a moschettone, in quanto il signore raffigurato nell’immagine, non ha un orologio da tasca, ma solo una catenella come vezzo. Per cui ha tutto il diritto di indossare il suo orologio da polso 🙂 A presto . SZ

  • Federico

    Reply Reply 27/02/2015

    ciao Simonetta
    una domanda velocissima un po’ ot:
    i pantaloni di flanella sono inappropriati da mettere in una città come Palermo dove in inverno non fa particolarmente freddo?

    • Ciao Federico. Dipende dal peso della flanella e dalla temperatura esterna. Esistono flanelle molto leggere che si possono usare in anche in estate e flanelle decisamente più pesanti adatte all’autunno / inverno. Se l’inverno non supera i 14/15 gradi una flanella medio peso puo’ andare bene , specialmente alla sera. Se invece le temperature sono più elevate potresti orientarti su un tessuto tropical o fresco-lana decisamente più adatto per P/E. Poi, indipendentemente dal peso e dalla temperatura, conterà il tuo comfort, nel senso che sei tu ad indossarli e non dovrai ne’ morire dal freddo ne’ dal caldo! Io ad esempio indosso i maglioni anche d’estate, perche’ praticamente la mia temperatura basale è pari a quella dei serpenti 🙂 A presto sz

  • Orlando

    Reply Reply 25/02/2015

    Cara Simonetta, seguo il suo sito con molto interesse ed è grazie ai suoi articoli che ho potuto imparare la cultura del “bel vestire” (sono molto giovane, appena vent’anni.Questo articolo capita a fagiolo.Proprio un giorno fa, ad un esame universitario, ho indossato sia l’orologio da taschino (come mostrato dall’opzione 4) sia quello “portafortuna” da polso (la scaramanzia!). Entrambi gli orologi hanno dimensioni “contenute”. Secondo lei è comunque un’azzardo? Non lo si puó far passare come vezzo personale? Nel salutarla le auguro buon lavoro e la ringrazio anticipatamente per una sua risposta

    • Ciao Orlando prima di tutto lascia che sia io a fare i complimenti a te, e’ difficile trovare persone giovani come te che sappiano interloquire rispettando le buone maniere. Detto questo, se vedfiamo la cosa da un lato stilistico, potrei dirti, che due orologi sono troppi!!!! E’ come indossare cintura e bretelle allo stesso tempo! Il segnale che si trasmette e’ quello della persona che abbia paura che i pantaloni gli cadano da un momento all’altro, oppure nel caso degli orologi, di non fare in tempo a svolgere i suoi compiti nella giornata.

      Ma non confondiamo l’eleganza e lo stile personale. Se l’indossare due orologi fa parte del tuo look firma, quando tutte le basi del menswear sono acquisite, non ci sara’ mai nessuno che potra’ dirti se stai facendo una cavolata o meno.
      Pensa solo all’Avv. Agnelli su come indossava l’orologio sopra al polsino della camicia. Quello e’ diventato il suo look firma!
      Rispettare certi canoni e conoscerne le regole e’ essenziale, ma il saper esprimere se stessi all’interno di queste fa la differenza.
      E’ un lungo percorso, dalla tua parte hai la giovane eta’ che ti permetterà ancora molti esperimenti stilistici, prima di arrivare al tuo stile ideale.
      Ricordati che lo stile puo’ variare ed evolversi con l’eta’, per cui: studia bene le basi e poi crea i tuoi look di conseguenza. A presto . SZ

  • Roberto

    Reply Reply 23/02/2015

    Io lo indosso da sempre con il tre pezzi, quello antico del nonno, più voluminoso in argento, inciso sul retro, con gli spezzati più sportivi, con giacca e gilet in tweed o con la giacca di velluto, mentre quello d’ oro piu piccolo, piatto, sottile e con la cassa liscia con il mezzo tight, con lo smoking no perchè ho un doppiopetto.

  • Max

    Reply Reply 23/02/2015

    No, dài, amo smisuratamente lo stile classico, ma nel 2015 l’orologio da tasca è semplicemente improponibile!
    Oltretutto la catenella fissata sul gilet potrebbe far pensare ad un girovita, ovvero un gioiello femminile per eccellenza 🙁

    • Improponibile no, diciamo che non rientra nella visione estetica del tuo stile, e per fortuna sennò sareste tutti uguali. Le opzioni esistono ed e’ giusto conoscerle in modo che ognuno possa fare le proprie scelte in base a gusti stile di vita, stile ecc. SZ

  • Giovanni

    Reply Reply 23/02/2015

    Quando si porta l’orologio da tasca, penso che si dovrebbe evitare di indossare anche l’orologio da polso. Mi sembra un eccesso, di cattivo gusto, come indossare un orologio a ogni polso.
    Tu che ne pensi, Simonetta?

    • Certamente, o l’uno o l’altro. 🙂 E’ un orologio a tutti gli effetti. Averne due e’ un po’ eccessivo…. A presto. sz

Leave A Response

* Denotes Required Field